Notizie dalla giunta

Patrimonio: Callari, completato trasferimento immobili a Comune Pn

L'edificio di via Concordia ospiterà la Polizia municipale

Udine, 19 mar - "Finalmente portiamo a compimento un iter che ha richiesto diversi passaggi di proprietà iniziati con la soppressione delle province e proseguiti con una serie di atti di trasferimento e accordi tra Regione ed ente locale. La Regione come sempre ha colto le istanze delle amministrazioni comunali, in questo caso del Comune di Pordenone, andando a ricomporre le tessere di un mosaico che renderà più funzionale l'utilizzo di diverse sedi pubbliche".

Così l'assessore regionale al Patrimonio, Sebastiano Callari, ha commentato l'approvazione da parte della Giunta regionale di due delibere che riguardano altrettanti immobili di proprietà della Regione siti a Pordenone: l'ex sede del provveditorato agli studi in via Concordia Sagittaria 1 e l'ex albergo Danubio in largo San Giorgio 12.

"Il Comune di Pordenone potrà portare a termine il proprio piano di razionalizzazione dei servizi comunali in centro città, trasferendo la sede della Polizia municipale nel luogo che ritiene più adatto, mentre la Regione avrà a disposizione un parcheggio funzionale e una nuova sede per il Centro per l'impiego" ha spiegato ancora l'assessore.

Il terreno e l'edificio di via Concordia Sagittaria, che attualmente ospita l'Ufficio scolastico regionale per l'ambito territoriale di Pordenone, passa dalla Regione al Comune, che ha deciso con deliberazione approvata lo scorso ottobre dal Consiglio comunale di destinarlo a sede della Polizia municipale.

Da ottobre ad oggi è stato parallelamente perfezionato il passaggio dell'Ufficio scolastico regionale ad una nuova sede, individuata appunto nel palazzo dell'ex Provincia in largo San Giorgio. In questo caso la cessione avviene a titolo gratuito per la durata di nove anni, rinnovabili. Restano a carico del concessionario le spese per i consumi di gas per riscaldamento, fornitura idrica, fornitura energia elettrica, calcolate sulla base dei costi annui sostenuti dall'Amministrazione regionale per le relative utenze ripartite sulla base dei metri quadri dei locali concessi, nonché la spesa per la Tari calcolata con il medesimo criterio. A fronte degli impegni assunti da parte della Regione, il Comune ha ceduto all'Amministrazione regionale la proprietà e l'utilizzo in via esclusiva del parcheggio interrato di mille metri quadrati in largo San Giorgio e contestualmente si è impegnato a trovare una sede al Centro per l'impiego, in piazzetta del Portello, dove l'ufficio potrà godere di spazi adeguati alla crescente attività. ARC/SSA/ma



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio: Callari, completato trasferimento immobili a Comune Pn

TriestePrima è in caricamento