Notizie dalla giunta

Patrimonio:Callari, parcheggio per Giardino Viatori è sbocco logistico

Lavori al via tra novembre e dicembre. Con il sindaco di Gorizia Ziberna il punto anche sull'avvio della riqualificazione del Parco Basaglia Gorizia, 10 lug - "Inizieranno tra novembre e dicembre i lavori per la realizzazione del nuovo parcheggio del Giardino Viatori di Gorizia, opere che saranno completati nella primavera del 2025: un nuovo importantissimo sbocco logistico per GO2025 e per la crescente vocazione turistica del capoluogo isontino". Lo ha annunciato l'assessore regionale al Patrimonio Sebastiano Callari al termine di un incontro che si è tenuto oggi a palazzo Attems con il sindaco Rodolfo Ziberna, presente anche il presidente della Fondazione Carigo Alberto Bergamin. Il parcheggio, che sorgerà nella via Ponte del Torrione sottostante il Giardino, sarà dotato di 117 posti auto e 11 posti camper con area attrezzata per la modalità camper service. L'accesso al polmone verde sarà garantito da una scala di risalita di 4 metri elettrificata per garantire la mobilità delle persone disabili. Costo dell'intervento, interamente finanziato dalla Regione e a cura della direzione centrale Patrimonio, pari a 1,8 milioni di euro. "Nel corso dell'incontro - ha riferito al termine Callari - abbiamo fatto il punto anche sulla riqualificazione del Parco Basaglia, le cui attività inizieranno a settembre con la prima fase di bonifica sistematica terrestre". Il Parco fu infatti bombardato durante il secondo conflitto mondiale ed è quindi prioritario fare piazza pulita di eventuali residuati bellici. "Considerati i tempi tecnici e la volontà di accelerare al massimo - ha osservato Callari - l'obiettivo è di arrivare anche in questo caso a primavera 2025 con il Parco riaperto al pubblico. Le potenzialità dell'area sono, sotto il profilo logistico, ecologico e culturale, enormi". Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Ziberna, unitamente a Bergamin, per la disponibilità dell'Amministrazione regionale a intervenire in prima persona e con impegni finanziari importanti su porzioni strategiche del capoluogo isontino. Il primo cittadino ha evidenziato anche la perfetta sintonia istituzionale come volano per la realizzazione efficace delle opere. "Tutto ciò che si fa per GO!2025 - ha osservato infine Callari - non ha un valore puntuale bensì produrrà un cambiamento epocale per Gorizia e per il Friuli Venezia Giulia, con benefici che potranno essere apprezzati nei decenni successivi". ARC/PPH/al

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio:Callari, parcheggio per Giardino Viatori è sbocco logistico
TriestePrima è in caricamento