PESCA: PANONTIN, REGOLAMENTO PER FONDI A PESCA E ACQUACOLTURA

Trieste, 11 ott - Dovranno essere presentate entro 20 giorni dall'entrata in vigore del nuovo Regolamento le domande di contributo finalizzate alla realizzazione di programmi che contribuiscano alla modernizzazione di pesca e acquacoltura in Friuli Venezia Giulia. Su proposta dell'assessore alla Caccia e alle Risorse ittiche Paolo Panontin, lo ha stabilito la Giunta regionale nell'approvare il Regolamento recante criteri e modalità per la concessione di contributi alle associazioni dei settori della pesca professionale e dell'acquacoltura.

"Un provvedimento - ha precisato Panontin - messo a punto in sintonia con quanto già definito in proposito dall'Unione Europea, che ha dichiarato compatibili con il mercato interno alcune categorie di aiuti a favore di imprese attive nel campo della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti di pesca e acquacoltura".

"Nella stesura del nostro Regolamento ci siamo attenuti - ha rilevato l'assessore - sia agli orientamenti della Commissione Europea per l'esame degli aiuti in entrambi i comparti, che a quanto stabilito per l'accesso al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca". "Di conseguenza - ha concluso Panontin - anche le misure previste dalla Regione saranno applicabili entro e non oltre il 2020".

Intanto la Regione finanzierà, per un importo non superiore ai 30.000,00 euro a progetto (che dovrà essere approvato da una apposita Commissione ed essere inserito in graduatoria), le associazioni che si impegneranno ad affiancare le Piccole e Medie Imprese (PMI) con programmi diretti all'introduzione di innovazioni tecniche e al miglioramento dei processi produttivi.

Inoltre saranno supportati anche lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca e la limitazione dell'impatto della pesca sull'ambiente marino, la promozione del valore aggiunto determinato, ad esempio, dai marchi di qualità, lo sviluppo della commercializzazione, la formazione e l'avviamento alla professione di giovani pescatori, l'attuazione di misure di carattere sanitario.

La durata massima del programma potrà essere di 12 mesi (prorogabili di altri sei) dal decreto di concessione del contributo; i fondi, pari al 100 per cento della spesa ammissibile, verranno erogati entro 60 giorni dal termine per la presentazione delle domande.

ARC/LVZ



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

Torna su
TriestePrima è in caricamento