rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Notizie dalla giunta

Por-Fesr: Zilli, bando ponte da 6 mln euro per ricerca-sviluppo Pmi

Bilancio positivo dopo il tavolo di partenariato Udine, 21 dic - "Questa settimana sarà portato all'attenzione della Giunta regionale il piano finanziario temporaneo del programma regionale Fesr 21/27, per il quale abbiamo già stanziato con apposite norme oltre 22 milioni di euro di risorse regionali per anticipare gli interventi a favore del territorio. Tra questi, il 'bando ponte' condiviso oggi con il tavolo di partenariato, che prevede un'iniezione di 6 milioni di euro di fondi regionali per il tessuto economico regionale, a cui si aggiungeranno le risorse del programma una volta approvato". È quanto ha riferito l'assessore regionale alle Finanze e fondi comunitari Barbara Zilli, a margine del tavolo di partenariato della programmazione Por-Fesr riunito proprio al fine di condividere i contenuti del bando ponte sui progetti di ricerca e sviluppo per le imprese. "Questo bando, che sarà gestito operativamente dalla Direzione centrale attività produttive - ha spiegato Zilli -, è molto atteso dal sistema economico regionale, perché mette in connessione le due programmazioni 14/20 e 21/27 e raccoglie le sfide previste dalla nuova strategia di specializzazione regionale aggiornata e trasmessa alla Commissione Europea quest'anno". Come ha sottolineato ancora l'assessore "si tratta di un bando trasversale dedicato alla ricerca e all'innovazione, su cui abbiamo posto grandi aspettative per garantire i risultati attesi sul territorio entro il 31 dicembre 2024, termine stabilito a livello comunitario per una prima valutazione di performance del programma. Per questo, gli uffici hanno lavorato alacremente per cercare di anticipare tutte le condizioni con cui dovremo operare sulla programmazione del prossimo settennato". Criteri di selezione e condizioni di sostenibilità ambientale sono gli obiettivi fondamentali in coerenza con quanto stabilito dalla Comunità europea: nei prossimi anni, almeno il 30 per cento dei fondi dovrà infatti essere investito nel conseguimento degli obiettivi climatici fissati dal bilancio dell'Unione. "Quest'anno è stato particolarmente fruttuoso per la programmazione dei fondi dell'Unione Europea per la coesione. Anche sulla programmazione 2014/2020 siamo riusciti a realizzare una importante quota di investimenti pubblici e privati con un impatto significativo per il territorio, confermando la nostra posizione di performance finanziaria e di risultato" ha concluso Zilli. ARC/SSA/dfd


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Por-Fesr: Zilli, bando ponte da 6 mln euro per ricerca-sviluppo Pmi

TriestePrima è in caricamento