rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Prot.civ.: Riccardi, strategica formazione per prevenzione sismica

Udine, 1 ott - "È soprattutto nei momenti di relativa calma, quando emergenze e criticità non impegnano la struttura di Protezione civile regionale, che questa complessa macchina si aggiorna migliorando costantemente le competenze di funzionari e volontari. Il compito della Pcr è quello di essere pronta sempre nel momento della necessità, ed esserlo nella maniera più efficace, con strumenti tecnologici e mezzi all'avanguardia, con professionisti adeguatamente e puntualmente formati". Così il vicegovernatore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, che ha preso parte stamattina alla cerimonia di consegna degli attestati di abilitazione alla compilazione delle schede di agibilità e danno nell'emergenza sismica (Aedes). L'evento si è tenuto a Udine, a palazzo Antonini-Belgrado, anche alla presenza del sindaco di Udine, Pietro Fontanini. "Corsi come questo permettono di migliorare ancora di più la risposta alle esigenze di sicurezza dalle comunità e rafforzano l'efficienza della macchina della Pc nella sua azione fondamentale di tutela della popolazione e di protezione del territorio - ha sottolineato Riccardi -. Come ebbe modo di dire Zamberletti, esiste un prima e un dopo l'evento calamitoso: a fare la differenza c'è la formazione, e quella mirata dei professionisti diventa fondamentale". Dopo il soccorso alla popolazione, in caso di terremoto è importante capire se gli edifici colpiti possono essere utilizzati (cioè se sono agibili), anche per gestire in modo appropriato le strutture dove accogliere gli sfollati. Per questo, con la collaborazione del mondo scientifico e accademico, il Dipartimento nazionale della Pc ha elaborato un percorso di valutazione tecnica dei singoli edifici per determinare la possibilità di utilizzo anche se la struttura ha riportato danni. È stata quindi approvata una scheda di rilevamento , la Aedes, per la cui compilazione prevede obbligatoriamente l'acquisizione di un percorso formativo obbligatorio, organizzato dal Dipartimento nazionale e dal Nucleo tecnico nazionale (Ntn) tramite gli Ordini professionali. La consegna degli attestati è arrivata a conclusione del corso "Valutazione dell'impatto, censimento dei danni e rilievo agibilità post-sisma", organizzato dal Dipartimento nazionale della Protezione civile e dal Nucleo tecnico nazionale (Ntn) tramite gli ordini professionali. L'iter formativo, di 60 ore, si è tenuto dal 10 settembre al 17 dicembre 2021. Era rivolto a ingegneri, architetti, geologi e geometri, iscritti alla Struttura tecnica nazionale e agli Ordini e Collegi della Regione abilitati all'esercizio della professione nell'ambito dell'edilizia relativamente a competenze di tipo tecnico e strutturale. La Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia aveva già organizzato un corso analogo nel 2018 e si conferma modello anche in tal senso per il resto del Paese. ARC/PT/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prot.civ.: Riccardi, strategica formazione per prevenzione sismica

TriestePrima è in caricamento