rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Notizie dalla giunta

Prot. civile: Riccardi, 31 anni solidarietà volontari San Giovanni

La squadra comunale conta 36 volontari molti dei quali giovani San Giovanni al Natisone, 15 ott - "I volontari delle squadre comunali di Protezione civile costituiscono un vero e proprio collante per la comunità per la quale operano, creando un'importante rete territoriale di supporto tutti i giorni dell'anno, nell'ordinarietà e nell'emergenza. A loro va la nostra gratitudine, anche per la disponibilità che danno in maniera incondizionata alle popolazioni in difficoltà fuori dal Friuli Venezia Giulia e dall'Italia". Sono le parole del vicegovernatore e assessore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, intervenuto questa mattina a San Giovanni al Natisone per l'evento organizzato in occasione dei 31 anni di fondazione della squadra comunale di Protezione civile, festeggiamenti ai quali ha preso parte anche il sindaco, Carlo Pali. "Oltre 30 anni di volontariato non sono pochi e sono importanti: raccontano della tenacia, della forza e soprattutto del desiderio di aiutare il prossimo in modo gratuito e anonimo che contraddistinguono gli uomini e le donne di questa squadra - ha sottolineato Riccardi -. Un gruppo che è andato crescendo e rafforzandosi sempre più, dando il proprio sostegno anche di recente nell'allestimento, in Slovacchia, del campo per i profughi in fuga dall'Ucraina devastata dalla guerra". La squadra comunale dei volontari di Protezione civile di San Giovanni al Natisone ha avuto come prima sede una stanza dello scantinato di Villa de Brandis con un parco mezzi costituito allora da poche pale e da una scarna attrezzatura. Di seguito, il Comune ha assegnato al gruppo una nuova sede, nell'ex scuola materna di Bolzano che è stata ampliata e adattata alle necessità dei volontari. Del gruppo sono entrati a far parte di recente numerosi giovani e significativa è la presenza femminile. Negli ultimi anni, in particolare, i volontari sono stati impegnati per l'emergenza sanitaria legata alla pandemia: hanno dato supporto ai loro concittadini con la distribuzione di mascherine, di spese alimentari a domicilio, di farmaci e hanno consegnato ai ragazzi i libri che erano rimasti nelle aule delle scuole chiuse in lockdown. Hanno prestato la loro opera volontaria nei centri tamponi e in quelli vaccinali. Nel 2002 hanno ha aiutato le popolazioni terremotate del Molise, quelle dell'Abruzzo nel 2009, e hanno preso parte a varie missioni per calamità sia in Italia sia all'estero. ARC/PT/ma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prot. civile: Riccardi, 31 anni solidarietà volontari San Giovanni

TriestePrima è in caricamento