Prot. civile: Riccardi, a settembre in sicurezza argine Meduna-Livenza

Pordenone, 13 giu - "Si tratta di un'opera molto importante per quest'area della regione, in quanto viene messa in sicurezza idraulica un'ampia fascia di territorio ricompresa tra i fiumi Meduna e Livenza, nei comuni di Prata di Pordenone e Brugnera".

Lo ha detto oggi il vicegovernatore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, a margine del sopralluogo effettuato nel tratto dei lavori che riguardano la parte compresa nel comune di Prata di Pordenone.

Nel dettaglio, come ha spiegato il vicegovernatore, l'intervento complessivo prevede il consolidamento dell'argine sinistro del fiume Livenza a monte della confluenza con il fiume Meduna in localitá Tremeacque, mediante l'infissione di palancole metalliche della lunghezza di 8, 9, 10 e 12 metri, interessando l'argine per 3.600 metri circa.

L'opera viene eseguita in due lotti: il primo (6.600.000 euro) è gestito - in qualità di soggetto attuatore - dal Consorzio di Bonifica Cellina, mentre il secondo (4.400.000 euro) rientra sotto l'amministrazione della Protezione civile Fvg. L'importo complessivo finanziato ammonta a 11 milioni di euro.

"L'ultimazione dei lavori di entrambi i lotti - ha concluso Riccardi - è prevista entro settembre 2020. ARC/GG/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento