Lunedì, 14 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Prot. civile: Riccardi, esercitazione sismica con nuovo software

Simulata emergenza con Veneto su terremoto in area Caneva Palmanova, 27 mag - "Un'esercitazione che sta conseguendo gli obiettivi che ci eravamo prefissati, in particolare l'esito positivo del test su un software che ci ha consentito di avere una puntuale mappa del danno, sia per quel che riguarda l'impatto sugli edifici sia sulle persone". Lo ha detto questo pomeriggio a Palmanova il vicegovernatore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, illustrando l'esercitazione per emergenza sismica che si tiene oggi e domani in partnership con la Regione Veneto nell'ambito del progetto Interreg Italia-Austria "Armonia", al quale partecipano anche l'Istituto nazionale di Oceanografia e Geofisica sperimentale di Trieste (Ogs), gli Atenei di Udine e Trieste, l'Università di Innsbruck e l'Istituto centrale di meteorologia e geofisica dell'Austria. Nel dettaglio, come ha spiegato lo stesso Riccardi, è stato simulato un allarme sismico per un evento di media intensità nella zona del Cansiglio al confine tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, rappresentato nella riunione in Sala operativa dall'assessore regionale alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin. Coinvolti i Comuni di Caneva e Sacile. A seguito dell'allarme è partita la messa in atto delle varie procedure, tra cui: l'attivazione dei Centri operativi comunali (Coc); le attività di compilazione della Check-list dei fabbricati da parte dei tecnici comunali: le attività di tipo iTriage con i tecnici delle Protezione civile regionale e quelli dei Vigili del fuoco a seguito segnalazioni al Nue112; l'attivazione dei radioamatori per stabilire le connessioni radio tra Coc dei Comuni; l'attivazione della postazione della Prefettura di Pordenone e sale operative regionali; la simulazione e le ispezioni sull'edificio storico (Castello di Caneva); l'attivazione dei posti radio mobili. "I modelli hanno risposto - ha sottolineato Riccardi - così come le collaborazioni con le realtà accademiche, quali l'Ogs e le Università di Udine e Trieste. L'importante era provare, in una situazione di crisi, un sistema di comunicazione alternativo capace di supplire alle forme standard. Da qui il software 'Armonia Atlas' che elabora i dati con le previsioni dei danni consentendo di inquadrare nell'immediato l'area interessata dagli effetti più gravi del sisma. Domani verrà fatta una prova sulle conseguenze generate da eventuali seconde scosse". "Un'esperienza, quella che la Protezione civile sta facendo - ha concluso il vicegovernatore - che vede la filiera istituzionale unita e che darà modo alla macchina organizzativa di rispondere in modo ancora più puntuale, in caso di emergenza, sul piano della velocità delle informazioni e conseguentemente su quello dei soccorsi". ARC/GG/ma


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prot. civile: Riccardi, esercitazione sismica con nuovo software

TriestePrima è in caricamento