Prot.civile: Riccardi, sicurezza risorse idriche priorità sistema Fvg

Udine, 26 mar- Il tema dell'acqua va affrontato con la dovuta importanza e, oltre all'attenzione per la qualità delle risorse idriche che riguarda la salute, deve entrare a far parte del sistema della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia per concorrere a mantenere alto il livello di sicurezza del nostro patrimonio idrico a garanzia dei cittadini e del territorio.

È quanto emerso al corso di formazione nazionale, finalizzato all'implementazione dei piani di sicurezza dell'acqua (Psa) nella filiera idro-potabile, riservato ai team leader degli enti gestori, che si tiene a Udine nella sede del Consorzio acquedotto Friuli Centrale (Cafc). Presente il vicegovernatore Fvg con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, è stato detto che il corso rappresenta un'occasione importante per riscontrare la volontà di mettersi in rete dei soggetti gestori di bacino idrico integrato di area vasta.

Fra i temi trattati, anche le recenti emergenze idriche di Barcis e Aviano superate dalla Protezione civile regionale.

Sono eventi che devono mettere in guardia rispetto alle emergenze idriche, considerate priorità nel sistema della Protezione civile, che vanno affrontate anche in un'ottica di collaborazione con le strutture regionali dell'Ambiente.

L'evento che si tiene a Udine prevede l'aggiornamento dei quadri dirigenti degli enti gestori del Friuli Venezia Giulia e del Veneto per l'introduzione dei piani di sicurezza dell'acqua indicati dall'Organizzazione mondiale della sanità e dal ministero della Salute, in recepimento della relativa direttiva comunitaria, e rappresentano una best practice per la gestione delle emergenze, nel contesto della quale viene fatta rientrare anche la gestione del periodo post-criticità.

Nel corso dell'evento è stata proposta l'individuazione di un marchio comune, che raggruppi gli enti gestori attorno a quello indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità (watersafetyplan, piano per la sicurezza dell'acqua), al fine di delineare un protocollo unico per le emergenze. ARC/CM/fc
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Cultura: Gibelli, "Udine Design Week" stimola innovazione e ripresa

Torna su
TriestePrima è in caricamento