Protezione civile: risolta carenza idrica al rifugio De Gasperi

Trieste, 3 agosto - Immediatamente risolta da parte della Protezione civile regionale l'urgente richiesta di rifornimento d'acqua al rifugio alpino Fratelli De Gasperi, a quota 1770 m nelle dolomiti Pesarine in comune di Prato Carnico.

La richiesta di soccorso era stata attivata ieri dal presidente del Club alpino italiano (Cai) di Tolmezzo, Alessandro Benzoni, e l'intervento è stato attuato in raccordo con il sindaco, Verio Solari, e i volontari della locale squadra di protezione civile coordinati da Lorenzo Casali.

"Grazie al tempestivo intervento coordinato dalla Sala operativa di Palmanova - spiega l'assessore regionale alla Protezione civile, Paolo Panontin - il rifugio potrà continuare ad ospitare le decine di escursionisti presenti in questi giorni di alta stagione turistica".

Per l'intervento è stato impiegato l'elicottero della Protezione civile, che ha trasportato in quota oltre 10.000 litri d'acqua a uso non potabile, e sono state utilizzate le attrezzature in dotazione alla squadra comunale specializzata in antincendio boschivo: vasconi da 3000 litri e manichette di collegamento per alimentare le vasche esaurite. ARC/Com/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Sport: Gibelli a Fipav, essenziali per benessere ragazzi e famiglie

Torna su
TriestePrima è in caricamento