PUBBLICO IMPIEGO: PANONTIN, VIA A PERCORSO BOZZA DDL SISTEMA INTEGRATO

Trieste, 02 gen - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha dato mandato all'assessore alle Autonomie locali e al Coordinamento delle Riforme Paolo Panontin di avviare il percorso per giungere all'approvazione delle Disposizioni in materia di sistema integrato del pubblico impiego regionale e locale.

"La bozza del disegno di legge (ddl) - ha rilevato Panontin - è pronta per essere oggetto di approfondimento, discussione e confronto con tutti gli stakeholder  interessati, al fine di poter pervenire alla presentazione del testo definitivo in Aula entro i primi mesi del nuovo anno". Il testo recepisce la Riforma ordinamentale prevista dalla legge regionale 26/2014 "attualizzando e rendendo pienamente operativi - ha rilevato l'assessore - i principi del sistema integrato unico".

La bozza è frutto del Tavolo di lavoro appositamente costituito da Panontin e composto da tecnici regionali, con il direttore generale della Regione, e i tecnici nominati dal Consiglio delle Autonomie Locali (CAL). Il Tavolo ha operato sviluppando i cardini della Riforma proposti dall'assessore già con le Linee guida fissate a ottobre 2013 e successivamente definiti dal protocollo d'intesa di marzo 2014 tra lo stesso Panontin, le Organizzazioni sindacali e le Organizzazioni rappresentative dei datori di lavoro.

Il passaggio successivo è stato l'approfondimento con il Dipartimento della Funzione pubblica per verificare le compatibilità del testo con le corrispondenti riforme della Pubblica Amministrazione già adottate a livello nazionale e che dovranno essere a loro volta oggetto di successivi provvedimenti attuativi.

I punti fondamentali della bozza di ddl, che si compone di sei titoli e 49 articoli, sono l'accesso al pubblico impiego attraverso la previsione di procedure concorsuali a livello di Unioni Territoriali Intercomunali (UTI) ma con un coordinamento delle stesse a livello di sistema integrato di Comparto, la gestione coordinata della mobilità di Comparto e l'istituzione del ruolo unico della dirigenza regionale e locale, cui sono inseriti, a domanda dell'interessato, anche i segretari comunali e provinciali.

Sotto il profilo lavoristico, sono previste la gestione unitaria di paghe, previdenza e assistenza e l'individuazione di criteri uniformi di gestione delle relazioni sindacali. Il provvedimento stabilisce che siano definiti criteri generali per garantire una contrattazione decentrata e un sistema di valutazione e che tali criteri, pur tenendo conto delle specificità dei singoli Enti e dell'autonomia organizzativa degli stessi, si fondino su elementi di buon governo e di riqualificazione delle risorse a disposizione. Anche i procedimenti disciplinari di maggior rilievo saranno gestiti a livello unitario.

Spiccano i passaggi dedicati alle Posizioni Organizzative (PO) - che saranno selezionate in base alla competenza e inserite in un apposito elenco, anziché scelte su base meramente discrezionale - e alla formazione. Per quanto riguarda la riqualificazione del personale già in servizio, la nuova disciplina di definizione degli incarichi dovrà informarsi sempre più alla finalità di individuare i soggetti professionalmente preparati, mentre la responsabilità della Regione in capo ai servizi formativi è chiamata a proseguire sulla linea di un percorso sempre più coordinato e mirato.

"La maturazione concertata e in step  ben sedimentati del provvedimento di legge - ha concluso l'assessore Panontin - ci permette di guardare con fiducia alla fase finale del percorso verso un Comparto pubblico regionale e locale moderno e razionale, che può beneficiare di regole e di organizzazione omogenee e coordinate. In parallelo con la legge regionale di Riforma, sulla quale auspico di poter trovare ampia condivisione, dovrà essere attuata anche la contrattazione di Comparto per accompagnare il complessivo riordino del sistema ordinamentale già in atto".

ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

Torna su
TriestePrima è in caricamento