rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Notizie dalla giunta

RELAZIONI INTERNAZIONALI: AL  FVG IL COORDINAMENTO TECNICO PER I PAESI EUSAIR

Trieste, 07 lug - Si è concluso a Belgrado il secondo incontro tecnico del Gruppo di lavoro di livello transnazionale sul Pilastro 2 "Trasporti ed energia" della Strategia dell'Unione Europea per la Regione Adriatico-Ionica (EUSAIR), coordinato da Italia e Serbia e per le Regioni italiane dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

La riunione fa seguito al lancio del Piano di azione EUSAIR e all'avvio della fase d'implementazione anche per il settore relativo alle reti di trasporto ed energetiche che, si ricorda, è stata inaugurata a Trieste lo scorso 20-21 aprile sotto l'egida della Presidenza della Regione.

Hanno partecipato all'incontro nella capitale serba i rappresentanti degli otto Stati EUSAIR (Italia, Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Slovenia e Serbia) e delle quattro Direzioni generali della Commissione Europea interessate (DGRegio, DGMove, DGNear, DGMare). Al termine dei lavori è stato assegnato all'unanimità alla Regione Friuli Venezia Giulia il ruolo di Unità di coordinamento tecnico per tutti i Paesi aderenti alla macro-strategia. Questo importante riconoscimento, ottenuto grazie al sostegno convinto della Commissione Europea e dei Coordinatori nazionali del pilastro Italia e Serbia, conferma l'alto livello di professionalità e credibilità acquisito dall'Amministrazione regionale nel settore dei trasporti ed energia in una prospettiva di cooperazione macro-regionale.

L'unità di coordinamento sarà costituita all'interno della Presidenza della Regione e agirà a supporto dei Coordinatori di pilastro e d'intesa con le Direzioni generali di competenza della Commissione Europea. L'obiettivo è quello di contribuire all'attuazione dei tre ambiti di intervento previsti dal Piano di azione EUSAIR su cui a breve occorrerà elaborare progettualità ed iniziative strategiche per l'intera Regione Adriatico-Ionica. In particolare per quanto concerne il trasporto marittimo, tale elaborazione mira al miglioramento della gestione e del monitoraggio dei traffici marittimi ed allo sviluppo portuale sia in termini di procedure di sdoganamento che infrastrutturali.

Relativamente al settore del trasporto intermodale e le connessioni con l'entroterra, risulteranno azioni chiave quelle che guardano al superamento dei colli di bottiglia amministrativi ed infrastrutturali nonché all'integrazione delle reti dei Balcani occidentali all'interno dei Corridoi europei. Una specifica attenzione sarà riservata in tale ambito a quelle azioni che anche le Regioni italiane hanno identificato come prioritarie, fra cui l'attivazione dei servizi marittimi e ferroviari, ora mancanti, tra i principali porti dell'Alto Adriatico.

Da ultimo il supporto tecnico garantito dalla Regione Friuli Venezia Giulia riguarderà anche il settore delle reti energetiche con particolare attinenza alle interconnessioni elettriche ed al meccanismo di messa in opera di un mercato energetico integrato ed efficiente. Il mandato affidato all'Amministrazione regionale durerà 12 mesi e sarà rinnovabile.

ARC/Com



In Evidenza

Potrebbe interessarti

RELAZIONI INTERNAZIONALI: AL  FVG IL COORDINAMENTO TECNICO PER I PAESI EUSAIR

TriestePrima è in caricamento