rotate-mobile
Notizie dalla giunta

RELAZIONI INTERNAZIONALI: INCE, 19/5 VERTICE ITALO CINESE A TRIESTE

Trieste, 10 maggio - Un poderoso piano di investimenti Made in China, corrispondente alla cifra di 1 trilione di dollari, per dotare di infrastrutture logistiche la cosiddetta Via della Seta che unisce l'Europa a Pechino e, in questo scenario, Trieste che diventa il luogo di confronto fra imprese e Istituzioni internazionali per idee e progetti capaci di attrarre risorse e sviluppo.

Gli organizzatori di questo appuntamento - la Conferenza internazionale Supporting local enterprises and SMEs (Small and Medium Enterprises) along China's belt and road initiative in South Eastern Europe - che si terrà a Trieste giovedì 19 maggio, sono l'Iniziativa Centro Europea (InCE) e la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS). L'evento ha ricevuto, fra gli altri, anche il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste. Protagonisti del meeting, oltre ai rappresentati del Governo italiano e degli Stati dei Balcani Occidentali, saranno gli esponenti di importanti Istituzioni finanziarie cinesi, unitamente a quelli della BERS, della Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e della Banca mondiale.

Un'iniziativa che rappresenta un significativo salto di qualità nella riconquista degli spazi internazionali per il Friuli Venezia Giulia. In questo l'InCE si sta dimostrando il vero braccio operativo della Regione. InCE a cui va il merito del prezioso coinvolgimento della BERS e di un'autorevole delegazione cinese che incontrerà i vertici del nostro Governo, rappresentati dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Questi i concetti espressi dalla presidente della Regione Friuli Debora Serracchiani che è intervenuta oggi, assieme al segretario generale dell'InCE, l'ambasciatore Giovanni Caracciolo di Vietri, alla presentazione alla stampa della Conferenza internazionale del prossimo 19 maggio.

La presidente Serracchiani ha sottolineato che questo è anche il risultato della presenza della Regione a EXPO Milano 2015. Una presenza attiva e strategica, che è riuscita ad allacciare rapporti con altre delegazioni estere, fra cui in particolare quella cinese, conseguendo l'obiettivo di intercettare un concreto interesse per il nostro comparto produttivo - dal biomedicale alla navalmeccanica - e la logistica. A tal riguardo è stata annunciata la presentazione, attraverso l'organizzazione della Fiera di Monaco, del Porto di Trieste nella prestigiosa vetrina di Shangai.

Da parte sua l'ambasciatore Caracciolo di Vietri ha affermato che il Porto di Trieste "sarà al centro dei lavori dell'intera mattinata della Conferenza internazionale" il che, vista la platea composta da importanti investitori cinesi, rappresenta una straordinaria opportunità per far conoscere lo scalo giuliano e le sue potenzialità nell'ottica dei traffici con l'Oriente. "Vorremmo - ha concluso l'ambasciatore - che questo diventasse un appuntamento consolidato nel tempo e che trovasse quindi una continuità progettuale e programmatica per rilanciare concretamente la centralità di Trieste nello sviluppo di questa parte d'Europa".

L'InCE, istituita nel 1989 come primo Forum di Cooperazione regionale tra i paesi dell'Europa Centrale e Orientale, annovera 18 Stati membri e ha fra i suoi obiettivi strategici quello di promuovere l'integrazione europea dei Paesi aderenti all'Iniziativa che non fanno parte dell'Unione Europea.

ARC/GG/EP
 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

RELAZIONI INTERNAZIONALI: INCE, 19/5 VERTICE ITALO CINESE A TRIESTE

TriestePrima è in caricamento