Ricerca: Fedriga, Icgeb opportunità di sviluppo per aziende Fvg

Trieste, 22 gen - "Questa realtà testimonia la dimensione internazionale del Friuli Venezia Giulia nell'ambito della ricerca scientifica: un centro capace di offrire alle aziende del territorio un'importante opportunità di sviluppo".

Lo ha detto oggi a Padriciano (Trieste) il governatore Massimiliano Fedriga a margine della visita all'International center for genetic engineering and biotechnology (Icgeb), nel corso della quale, accompagnato dal direttore della struttura, Lawrence Banks, ha avuto modo, assieme all'assessore all'Università e ricerca, Alessia Rosolen, di entrare nei laboratori e conoscere direttamente alcuni dei progetti portati avanti con il contributo dell'Amministrazione regionale.

A tal proposito il governatore ha sottolineato due campi d'azione particolarmente strategici. Il primo è quello medico, essendo un settore "dove si può creare un maggior sviluppo nell'ambito della ricerca applicata".

Di particolare importanza, poi, il lavoro portato avanti dall'Icgeb e finanziato dalla stessa Regione finalizzato alla riduzione dell'uso della chimica (fertilizzanti e pesticidi) in agricoltura attraverso il microbioma. "L'obiettivo - ha spiegato Fedriga - deve essere quello di coniugare il minor impatto ambientale possibile ai livelli di produzione, senza che quest'ultima subisca alcun contraccolpo".

I vertici dell'Icgeb hanno manifestato un significativo interesse a quanto comunicato dal governatore in ordine alla prossima costituzione di una Fondazione che faccia sistema delle istituzioni scientifiche a accademiche della regione, "con la finalità di far diventare il Friuli Venezia Giulia un hub della ricerca rivolto al Centro e all'Est Europa e che possa contare sulla competenza e l'esperienza internazionale, oltre che dello stesso Icgeb, anche, tra gli altri, del Sincrotrone, dell'Area science park, dei parchi scientifici e delle Università".

"Si tratta - ha sottolineato Fedriga - di costruire uno strumento, attraverso una partnership pubblico-privata, che sia in grado di favorire il processo di crescita delle startup all'interno di una dimensione territoriale transfrontaliera e allargata all'intera area dell'Europa orientale che, per altro, è quella che sta registrando i più alti indici di crescita economica".

"In questo senso - ha concluso il governatore - non possiamo dimenticare che la nostra regione è sempre stata nella storia una porta tra Est e Ovest e ora lo dobbiamo essere anche dal punto di vista della ricerca". ARC/GG/ep
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

  • Porto Vecchio: Fedriga, ok ad accordo per la riqualificazione

  • Finanza locale: Roberti/Zilli, via alla riforma dei tributi locali

Torna su
TriestePrima è in caricamento