Ricerca: Rosolen-Zilli, Regione sostiene crescita polo tecnologico Pn

Udine, 20 feb - "Il polo tecnologico di Pordenone è un parco industriale in forte crescita e la Regione è pronta a favorire iniziative che rafforzino le sue opportunità di sviluppo".

È una visione unanime quella espressa oggi dagli assessori regionali Barbara Zilli (Finanze) e Alessia Rosolen (Ricerca), al termine dell'incontro con i vertici del polo tecnologico Andrea Galvani di Pordenone, ovvero il presidente Valerio Pontarolo, il vice Michelangelo Agrusti e il presidente del Collegio Sindacale, Alberto Cimolai.

"Ci è stata confermato un ottimo stato di salute del parco scientifico industriale, sia dal punto di vista operativo sia finanziario, con una prospettiva di crescita che include, da un lato, la possibilità di ingresso di nuovi partner privati, dall'altro, la necessità sempre più urgente di procedere all'ampliamento degli spazi messi a disposizione delle nuove start-up", hanno evidenziato Zilli e Rosolen.

Attualmente sono 80 le aziende insediate, per un totale di 287 dipendenti, e 27 le start-up. Il Galvani vanta la maggior percentuale di vitalità delle start-up rispetto alla media italiana (il 30% diventano imprese a tutti gli effetti) con un altissimo numero di brevetti riconosciuti e venduti all'estero. Anche in questo caso, il territorio della provincia di Pordenone registra la maggior incidenza di brevetti rispetto al numero di abitanti.

Le nuove invenzioni in campo tecnologico hanno conquistato anche la Silicon Valley, grazie a un'accurata selezione dei progetti. Nel 2018 sono state analizzate oltre 160 proposte di start-up ed in questo momento ci sono 8 nuove realtà che attendono di potersi insediare.

Per questo verrà avviato il progetto di ampliamento (con un investimento pubblico regionale di 600mila euro su un totale di circa 1,2 milioni) per la realizzazione di un'ala a consumo energetico zero; nella procedura, la Regione assumerà il ruolo di centrale unica di committenza per la gestione degli appalti.

Rilevanti anche i servizi che il polo rende alle imprese nell'accesso alle agevolazioni fiscali previste dalla normativa sull'Industria 4.0. In questo settore, lo scorso anno il Galvani ha supportato le aziende consentendo loro di accedere a benefici fiscali per un valore complessivo di 60 milioni di euro. ARC/SSA/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

Torna su
TriestePrima è in caricamento