Risorse agroalimentari: Zannier, da tecnici supporto a viticoltura

Buttrio, 24 gen - "L'assistenza tecnica della quale dispongono oggi gli agricoltori aiuta gli operatori vitivinicoli a ottenere sempre il meglio dalle produzioni, spesso anche scongiurando pericoli per il raccolto, e le difficoltà conseguenti a stagioni meno fortunate o meno regolari delle altre".

Lo ha evidenziato l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari e forestali, Stefano Zannier, intervenendo a Buttrio, alla presentazione della relazione tecnica 'Le stagioni e le uve 2019 - Friuli-Colli Orientali e Ramandolo', svoltasi a Villa di Toppo Florio.

L'evento ha rappresentato un'occasione di confronto, approfondimento e analisi su una visione comune sulle politiche agrarie, dalla quale è emerso che dagli anni del rilancio della viticoltura il Friuli Venezia Giulia dispone di tecnici preparati e qualificati, ai quali la Regione è sempre stata vicina.

Si tratta di esperti in grado di assecondare le variazioni climatiche per far arrivare ai mercati e ai degustatori i prodotti di pregio, di qualità e di nicchia. Una tradizione che parte dai pionieri della vitivinicoltura, i quali hanno lasciato in eredità al vigneto regionale una strada tracciata, che può ulteriormente essere ottimizzata, ma vincente come dimostrano i risultati e i consensi che i vini regionali continuano a raccogliere nel mondo.

Zannier ha rimarcato che "la serata di Buttrio è stata occasione per trasmettere ai produttori il messaggio delle nuove frontiere valicate dalla ricerca e da tecnici che stagione dopo stagione, sono in grado di migliorare la coltivazione delle viti, requisito fondamentale per ottenere vini di grande caratura".

La Doc Friuli Coli Orientali e Ramandolo si estende su una superficie vitata di 1.774 ettari, la produzione di vino annua supera i 77.700 ettolitri, ricavati per il 65 per cento da uve a bacca gialla e per il 35 per cento a bacca rossa. ARC/CM/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento