Risorse ittiche: ok a bando per ecosistemi marini e pesca sostenibile

Trieste, 23 feb - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche, ha approvato il bando per gli interventi previsti dalla Misura 1.40 "Protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell'ambito di attività di pesca sostenibili", della priorità 1 del regolamento Ue n. 508/2014 per l'attuazione del programma Feamp (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca).

La Misura mira a proteggere e ripristinare la biodiversità e gli ecosistemi marini mediante la realizzazione di strutture a protezione di ecosistemi sensibili e si propone di promuovere il miglioramento della gestione degli stock ittici, dando priorità al ripristino e alla costruzione di protezioni.

A disposizione ci sono, in partenza, 1.461.561,00 euro. Il massimo contributo concedibile per singola istanza è stabilito in 600mila euro, mentre il minimo è di 50mila euro. L'intensità dell'aiuto pubblico è pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, che sono i pescatori e gli armatori di imbarcazioni da pesca, le organizzazioni di pescatori riconosciute e, inoltre, organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico e forme associative tra i soggetti pubblici.

Sono ritenuti ammissibili a finanziamento la raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare (attrezzi da pesca perduti e rifiuti marini); la costruzione, installazione o ammodernamento di elementi fissi o mobili destinati a proteggere e potenziare la fauna e la flora marine, comprese la loro preparazione e valutazione scientifiche; il contributo a una migliore gestione o conservazione delle risorse biologiche marine. Altri interventi che possono beneficiare della Misura sono la preparazione - compresi studi, elaborazione, monitoraggio e aggiornamento - di piani di protezione e di gestione per attività connesse alla pesca in relazione a siti Natura 2000 e a zone soggette a misure di protezione spaziale e la gestione, il ripristino e il monitoraggio dei siti Natura 2000 o delle zone marine protette. Completano l'elenco delle azioni finanziabili la consapevolezza ambientale, che coinvolga i pescatori nella protezione e nel ripristino della biodiversità marina, e la partecipazione ad altre azioni volte a mantenere e favorire biodiversità e servizi ecosistemici.

La durata dell'intervento non potrà superare i 18 mesi con completamento obbligatorio (inclusi i pagamenti delle spese sostenute) entro i termini di chiusura del programma Feamp 2014-2020 fissati al 31.12.2023.

La domanda di finanziamento per l'accesso alla Misura deve essere trasmessa alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, direzione centrale Risorse agroalimentari, forestali e ittiche- Servizio caccia e risorse ittiche (Organismo intermedio dell'Autorità di gestione), via Sabbadini, 31 - 33100 Udine utilizzando esclusivamente la posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo: agricoltura@certregione.fvg.it. ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

  • Infrastrutture: Pizzimenti, 1,8 mln per banda larga nelle Pa

Torna su
TriestePrima è in caricamento