Risorse ittiche: Zannier, fare sistema per vincere le sfide

L'assessore all'apertura di Aquafarm con il sottosegretario Manzato Udine, 13 feb - "Confrontarsi coinvolgendo tutte le parti che compongono la filiera in un'ottica di sistema per fare in modo che le azioni di ognuno convergano su un modello coerente orientato allo sviluppo, alla sostenibilità e alla giusta retribuzione economica sia per un singolo settore sia per l'intero territorio".

Lo ha affermato Stefano Zannier, assessore alle risorse agroalimentari, forestali e ittiche del Fvg, in occasione dell'apertura della terza edizione di Aquafarm 2019, la mostra-convegno internazionale dedicata alle tecnologie, ai prodotti e alle buone pratiche della produzione sostenibile di cibo dall'acqua, a cui ha partecipato anche Franco Manzato, sottosegretario del ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo.

"Un evento - ha indicato Zannier - che offre la possibilità di dialogare con rappresentanti regionali, nazionali e internazionali di alto livello per definire una politica omogenea di sistema che superi la discussione sui singoli comparti a favore di una visione complessiva".

Zannier ha rimarcato la necessità di una visione comune e strategica a lungo termine che guardi in prospettiva, oltre i 7 anni della programmazione stabilita dalla politica agricola comunitaria.

"E' fondamentale poter contare su un sistema integrato - ha proseguito Zannier - sia nelle definizioni degli obiettivi comuni e dei principi che devono guidare le azioni, sia nelle strategie da adottare per ottenere ricadute positive. Serve coerenza fra le linee guida dell'amministrazione pubblica e le necessità dell'operatore per avere successo così come serve un'azione coordinata della Pa con le Regioni e lo Stato per una politica complessiva di posizionamento, altrimenti avremo operatori in difficoltà che non potranno competere allo stesso livello degli altri".

Se da un lato, secondo Zannier, bisogna produrre in modo sostenibile, di qualità e quantità per restare sul mercato, dall'altro "dobbiamo avere la capacità di offrire un prodotto, frutto di un sistema Paese, e non di una realtà produttiva". E' nevralgico, infine per Zannier, l'obiettivo di mettere a sistema settori e attività: "da soli non vinceremo le sfide che ci attendono". ARC/LP/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

  • Covid: Riccardi, da 8/3 potenziati vaccini over80 in Asugi Asufc Asfo

Torna su
TriestePrima è in caricamento