SALUTE: GIUNTA APPROVA LE LINEE GESTIONE 2016 DEL SSR

Trieste, 27 nov - Su proposta dell'assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, la Giunta regionale ha approvato oggi le Linee per la gestione del Servizio sanitario e sociosanitario in Friuli Venezia Giulia nel 2016.

"Si tratta del tradizionale documento - ha spiegato l'assessore - con il quale ogni anno indirizziamo le attività di ospedali e aziende, ma è particolarmente importante in questa fase in quanto nel 2016 va completato l'assetto istituzionale previsto dalla legge di Riforma, specie su temi di grande interesse per il cittadino quali l'abbattimento dei tempi d'attesa per visite ed esami, il rafforzamento dell'assistenza sul territorio, l'ulteriore accelerazione sulle misure di prevenzione".

In base a quanto indicato, infatti, le Aziende poer l'Assistenza Sanitaria (AAS) dovranno ora redigere i propri piani attuativi secondo indirizzi che devono tenere conto, tra l'altro, dell'obiettivo di ridurre i posti letto ospedalieri per acuti, aumentare quelli a disposizione per la riabilitazione, dar vita a centri di assistenza primaria. Strutture, queste, dove lavoreranno fianco a fianco professionisti quali medici di famiglia, pediatri, specialisti, infermieri, con a disposizione servizi di diagnostica di base.

"Serviranno a convogliare sul territorio una parte della domanda di salute che oggi ricade sull'ospedale e soprattutto - ha sottolineato Telesca - a distrarre dai pronto soccorso molti accessi inappropriati".

Un quadro in cui vi sarà un progressivo riequilibrio tra spesa ospedaliera e spesa distrettuale: "per la prima volta il finanziamento ai servizi territoriali è destinato a superare quello ai servizi ospedalieri", ha affermato l'assessore, ricordando che si svilupperanno anche le aggregazioni tra medici di famiglia, chiamati a tenere aperti gli ambulatori più ore al giorno e più giorni alla settimana rispetto a quanto accade ora.

Ma lo scenario 2016 sarà caratterizzato anche dalla definitiva integrazione, a Udine e a Trieste, dell'Ospedale con l'Azienda territoriale, "perché l'azienda unica è la base per garantire la messa in rete dei servizi e il dialogo tra professionisti, e dunque una presa in carico più idonea ad assicurare la continuità delle cure".

E se nel 2016 andranno anche consolidate le misure di protezione sociale, con riferimenti puntuali ai progetti per anziani e minori, entro luglio sarà attivata la Centrale unica del 118 a Palmanova, come previsto sia dalla Riforma che dal Piano per le emergenze-urgenze.

Parallelamente sempre nel 2016 dovranno essere approvati alcuni piani di settore attesi da tempo, come il Piano oncologico, quelli della Salute mentale e della Riabilitazione, nonché il Quarto Piano Sangue.

ARC/PPD/RM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

  • Turismo: Fedriga, da Regioni criteri riparto 700 mln a Comuni aree sci

Torna su
TriestePrima è in caricamento