SALUTE: GORIZIA, AVVIATO PROGETTO REGIONALE PER ODONTOIATRIA SOCIALE

Gorizia, 15 settembre - Il Progetto regionale per l'odontoiatria sociale è una risposta alle esigenze delle persone più fragili che, per motivi economici o di salute, hanno alle volte insuperabili difficoltà ad affrontare le cure dentistiche. Questo il concetto espresso oggi a Gorizia dall'assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia Maria Sandra Telesca nel corso del convegno organizzato dall'Azienda per l'Assistenza Sanitaria (ASS) n. 2 e dedicato al Programma odontoiatrico sociale. Nell'occasione è stata presentata la nuova macchina laser per le cure del cavo orale donata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia all'Ospedale di San Giovanni e San Polo che - come è stato evidenziato dal direttore dell'ASS n. 2 Giovanni Pilati - potrà essere utilizzata anche dalle altre strutture sanitarie del territorio.

La capacità di attivare il Progetto nell'area isontina facendo lavorare insieme gli enti e le istituzioni è stato - come ha detto l'assessore Telesca - l'elemento determinante per consentire oggi di disporre di un sistema che va incontro alle famiglie che non riescono a pagare il dentista ai bambini, agli anziani che non ce la fanno a sostenere i costi delle protesi e a quelle persone che, a causa di qualche disabilità o di una patologia invalidante, sono impossibilitate ad affrontare una terapia dentale ordinaria.

Il Progetto infatti - come ha spiegato il coordinatore della rete odontoiatrica regionale Roberto Di Lenarda - prevede non solo di risolvere le problematiche di tipo economico delle persone, ma ha anche una funzione strategica di respiro preventivo ed educativo nei confronti dei pazienti che si rivolgeranno al sistema pubblico, i quali saranno responsabilizzati a seguire le regole dell'igiene orale. Nell'ambito delle prestazioni erogate è previsto anche lo screening  per le neoplasie della bocca che, se diagnosticate in tempo, possono avere un decorso chirurgico e terapeutico con una bassissimo grado di invasività.

"Nella nostra regione - ha sottolineato l'assessore Telesca - tutti i cittadini debbono poter accedere alle cure odontoiatriche: in maniera territorialmente omogenea e con uguali criteri. Da quando siamo partiti con il Progetto, nel 2014, abbiamo eseguito una puntuale ricognizione delle forze umane e degli impianti tecnologici a disposizione, al fine di evitare gli sprechi: perché usare male le risorse è un danno per i cittadini".

Oltre allo stanziamento di 1 milione di euro, la Regione, come ha puntualizzato l'assessore, ha adottato una visione che mira alla prevenzione, non solo con i più giovani nelle scuole, ma anche prevedendo l'aumento del numero di igienisti orali: figure fondamentali affinché in futuro le persone abbiano meno problemi di salute e il servizio pubblico possa quindi risparmiare più risorse.

Al convegno oltre all'assessore Telesca, hanno presenziato anche il sindaco di Gorizia Ettore Romoli, l'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito, l'assessore provinciale Ilaria Cecot e il consigliere regionale Diego Moretti.

ARC/GG/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Migranti: Roberti, sconcerto parole Schiavone su cittadino pakistano

  • Ricerca: Rosolen, Iupap in Porto Vecchio conferma attrattività Trieste

  • Vaccini: Riccardi, per Villa Manin allargata agenda con altre 240 dosi

  • Turismo: Bini, Tolmezzo capitale mondiale del motociclismo fuoristrada

  • Disturbi alimentari: Riccardi, dopo ambulatorio obiettivo centro cura

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, ottime adesioni fascia 50-59

Torna su
TriestePrima è in caricamento