rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Notizie dalla giunta

Salute: primi risultati positivi da percorso riduzione liste d'attesa

Illustrati a Udine i dati di Asufc del piano d'azione avviato nel 2023

Udine, 29 mag - Il percorso intrapreso da Asufc per la riduzione delle liste di attesa sta producendo dei risultati incoraggianti, attraverso un lavoro di riorganizzazione e pianificazione che necessita di tempo per giungere al traguardo finale. L'auspicio è che i frutti che si stanno iniziando a raccogliere spingano tutti ad avere maggiore fiducia nel sistema sanitario e contribuiscano a creare un clima più sereno per aiutare i professionisti del settore a perseguire l'obiettivo di rispondere efficacemente al bisogno di salute pubblica, evitando attacchi strumentali.

Questi, in sintesi, i concetti espressi dall'assessore regionale alla Salute nel corso della conferenza stampa organizzata oggi a Udine dall'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale (Asufc) sul tema della riduzione delle liste d'attesa. Nell'occasione, il direttore generale e il direttore sanitario dell'azienda hanno illustrato il piano d'azione avviato all'inizio del 2023 per il miglioramento delle performance tanto nel settore dei ricoveri chirurgici quanto in quello ambulatoriale.

Analizzando le principali criticità legate alla gestione delle attese, l'assessore ha citato in particolare l'inappropriatezza di parte delle richieste di prestazioni e la necessità di rendere meno frammentato il sistema sanitario nel territorio. Su quest'ultimo tema, secondo l'assessore, l'aver ridotto a tre il numero di organizzazioni pubbliche operanti in regione ha richiesto un lavoro di omogeneizzazione lungo e complesso, che tuttavia sta iniziando a mostrare i primi segnali di ripresa. Diminuire la frammentazione è inoltre importante per garantire la soglia minima di mille interventi all'anno nelle nostre sale operatorie che rende possibile una piena funzionalità del sistema pubblico: aumentare l'offerta, al contrario, produrrebbe un ulteriore incremento nella quota di domande inappropriate.

Come è stato evidenziato durante l'incontro, la revisione del modello di erogazione dei servizi, la digitalizzazione dei percorsi con l'introduzione di nuovi applicativi e l'incremento della capacità produttiva con l'inserimento di prestazioni aggiuntive sono tra i fattori che stanno determinando un miglioramento delle performance rispetto alle liste di attesa. I dati presentati mostrano come, pur a fronte di un aumento dei volumi di prestazioni richieste, il divario tra i tempi di attesa e i target prefissati risulta in costante diminuzione per le diverse tipologie di ricovero e per le prestazioni di specialistica ambulatoriale. ARC/PAU/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: primi risultati positivi da percorso riduzione liste d'attesa

TriestePrima è in caricamento