rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Notizie dalla giunta

Salute: Regione impegnata per scongiurare sciopero 13/5 a Pn



Pordenone, 26 apr - La Regione muoverà i suoi passi per ricomporre le attuali posizioni divergenti tra le parti, al fine di scongiurare lo sciopero già proclamato a Pordenone nella giornata del 13 maggio. In questo momento è infatti necessario non sprecare nella direzione sbagliata le energie rimaste nel difficile compito di governare la pandemia ancora non conclusa.

È questa la posizione assunta dal vicegovernatore con delega alla Salute nel corso dell'incontro odierno con le rappresentanze sindacali svoltosi a Pordenone. Scopo del vertice è stato quello di ascoltare le posizioni dei rappresentanti dei lavoratori in merito ad alcune partite aperte sulle quali si è cercato, nei giorni scorsi, un tentativo di conciliazione che però non è andato a buon fine. Da qui la volontà della Regione di comprendere personalmente le motivazioni che indurrebbero i sindacati verso lo sciopero, nel tentativo di ricomporre la frattura che si è venuta a creare con l'azienda sanitaria.

L'incontro - come ricordato dall'esponente dell'Esecutivo - è stato positivo e ha permesso di instaurare un clima di dialogo apprezzato dalle parti sedute al tavolo. La discesa in campo della Regione su un tema che dovrà essere comunque siglato dal direttore generale dell'Asfo è legata al fatto che l'accordo "madre" a cui si fa riferimento è un atto deliberato negli anni passati dall'Esecutivo e firmato dall'assessore alla Salute e sul quale ora c'è una negoziazione tra azienda e sindacato.

Proprio a seguito della spaccatura registratasi nei giorni scorsi, durante il vertice sono state raccolte le opinioni dei rappresentanti dei lavoratori; per rimuovere uno sciopero proclamato - è stato evidenziato - vanno create le giuste condizioni perché ciò accada e l'incontro di oggi è servito proprio per raccogliere quelle informazioni con cui cercare di superare gli ostacoli presenti sul campo.

La Regione, riconoscendo infine l'importanza delle rivendicazioni espresse al tavolo, ha poi evidenziato come le difficoltà del sistema siano strutturali e riguardino scelte non fatte dallo Stato molti anni addietro, provocando così delle conseguenze che si pagano ora nell'intero Paese e quindi anche a Pordenone. Le energie pertanto dovranno essere spese anche per trattare argomenti di più ampia portata che riguardano la riforma del sistema della salute non a livello territoriale o regionale ma su scala nazionale. Tema questo sul quale anche il Friuli Venezia Giulia sta dando il proprio contributo nell'ambito del confronto che la Conferenza delle Regioni sta portato avanti nel dialogo con il Governo. ARC/AL/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Regione impegnata per scongiurare sciopero 13/5 a Pn

TriestePrima è in caricamento