rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Salute:Riccardi-Callari, informatica avvicina al sistama sanitario

Trieste, 15 feb - "Per affrontare questo complesso periodo di profonda trasformazione globale, anche in ambito sanitario e di salute riteniamo importante guardare al locale, con investimenti e misure di sviluppo e sostegno, e osservare al contempo quello che accade nel resto del mondo, senza aver paura di poterlo applicare nella nostra realtà nel caso si riveli efficace e buona pratica per i nostri concittadini". Le parole del vicegovernatore e assessore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi che questo pomeriggio ha preso parte, a Trieste, al convegno organizzato da Insiel e Regione dal titolo "Digital Innovation hub per la sanità. Proposte e idee per la realizzazione di un hub in Friuli Venezia Giulia", insieme all'assessore regionale ai Sistemi informativi, Sebastiano Callari. All'evento ha partecipato anche l'amministratore unico di Insiel, Diego Antonini. "Oggi, ancora una volta, e con un importante apporto di conoscenze ed esperienze fornire da esperti di levatura internazionale, abbiamo compreso che le tecnologie non solo non rappresentano più un problema, vista la loro facilità di accesso, ma diventano fondamentali perché ci permettono di raggiunge il cittadino-utente direttamente al suo domicilio. La sfida che dobbiamo affrontare, e su sui stiamo già lavorando con la telemedicina, e quella di diffondere l'uso dei sistemi informatici innovativi tra i professionisti della salute e nella popolazione", ha aggiunto Riccardi. "Questa via, l'unica perseguibile, che favorisce il supporto di prossimità, che è sostenibile e che porta ad agire dove c'è bisogno e quando si crea il bisogno, ha anche il pregio di portare con sé nuove opportunità di lavoro e occupazione, con nuovi incubatori che potrebbero trovare sede anche in Friuli Venezia Giulia. È uno sforzo che abbiamo chiesto a Insiel di fare: sono fiducioso che questo percorso possa proseguire, e beneficio di una migliore condizione di salute, più semplice e meno farraginosa per il cittadino e per i medici, e che abbia anche positivi risvolti di natura economica", ha detto ancora il vicegovernatore. "L'incontro-confronto di oggi rappresenta, credo, uno spartiacque: ci ha dato moto di capire come riuscire ad applicare nuovi sistemi e nuove tecnologie per creare più servizi a favore dei cittadini - ha osservato Callari -. Spunti importanti sono stati forniti per agevolare il percorso finalizzato a rendere i nostri ospedali sempre più tecnologici e digitalizzati e a fare un passo in più strategico, quello 'portare' l'ospedale a casa del cittadino: questo lo possiamo fare proprio attraverso gli strumenti informatici". "Va sviluppata una partnership tra pubblico e privato che in Italia stenta a decollare: altrove, tra cui in una realtà importante come Israele, è stato fatto ed è realtà. Possiamo prendere spunto da queste buone esperienze e buone pratiche che creare la nostra versione, italiana, del Friuli Venezia Giulia, di un sistema che, collaudato in altri Paesi, ha dimostrato di essere un modello valido", ha aggiunto Callari. ARC/PT/pph

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute:Riccardi-Callari, informatica avvicina al sistama sanitario

TriestePrima è in caricamento