rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, contrasto solitudine le persone al centro



Udine, 9 mar - La terza commissione consiliare, dopo il positivo parere unanime espresso dal Consiglio delle autonomie locali (Cal) del Friuli Venezia Giulia, ha dato il via libera oggi al programma triennale degli interventi di attuazione della legge regionale 22/2014 (2022-2024) "contrasto alla solitudine e promozione dell'invecchiamento attivo" illustrato dal vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, con il direttore centrale Gianna Zamaro.

Riccardi ha voluto manifestare un sentito apprezzamento per i professionisti che hanno lavorato sul piano rimarcandone il principio ispiratore ovvero l'invecchiamento attivo: "un tema complesso e delicato che riguarda un'altra fase della vita" ha sottolineato l'esponente della Giunta Fedriga, ricordando come il documento sia figlio di una norma importante che ha visto l'Aula unirsi a favore.

Tra i temi rilevati, l'importanza dell'utilizzo della tecnologia "da vedere - secondo Riccardi- come grande alleata e per la quale serve l'alfabetizzazione", quelli dell'abitare sostenibile, dei luoghi della socialità legati alla dinamica della vita attiva, della mobilità e non ultimo il ruolo dei Comuni "centrale - ha detto Riccardi - sia nella partecipazione alla progettazione sia nella gestione delle attività che vengono svolte".

"Il piano - ha evidenziato Riccardi - non è un libro dei sogni e la sua sintesi si traduce in un lavoro sulla persona su cui far convergere tutte le forze".

Durante la seduta sono state presentate le 9 aree di intervento del documento triennale (politiche familiari, formazione, impegno civile, cultura e turismo sociale, trasporti sociali, salute e benessere, accessibilità all'informazione, ai servizi e alle nuove tecnologie, completamento dell'attività lavorativa e contrasto alla solitudine) e i principi ispiratori che riguardano la promozione di una maggiore socialità, attività economica, sociale e culturale delle persone anziane con un'attenzione per la salute e per uno stile di vita sano durante tutto il corso della vita.

Salute e prossimità, formazione, lavoro e ambiente, cultura e socialità sono le tre missioni strategiche individuate a cui si aggiungono quelle trasversali ovvero la diffusione di percorsi e interventi a contrasto del gap tecnologico negli anziani, l'adozione di politiche per l'invecchiamento secondo un approccio di genere oltre all'incremento e sostegno di iniziative che coinvolgano le diverse generazioni sul tema della salute, della solidarietà e della formazione/trasmissione di saperi e competenze.

Sono stati poi forniti alcuni numeri che rilevano la forte incidenza di anziani in Friuli Venezia Giulia. Gli over 65, al primo gennaio 2021 erano 319.340, pari al 26,6% della popolazione, con una prevalenza delle donne (56,8%). Alcuni territori interni (Carso giuliano, Carnia e Gemonese, la città di Trieste) registrano incidenze superiori alla media regionale. L'indice di vecchiaia è elevato 227,1% (in Italia 182,6%) il ricambio demografico sempre più debole e in montagna la popolazione anziana è pari a 3 volte quella under 15.

Nel 2021, i progetti presentati sul programma sono stati 15 di cui accolti 10. La dotazione finanziaria era di 180.000 euro mentre nel 2022 ne sono pervenuti 55 (22 sul contrasto alla solitudine e 33 sull'invecchiamento attivo) che hanno visto la partecipazione di 26 Comuni con 36 associazioni. Le proposte sono state ritenute interessanti e andranno valutate per essere poi finanziate. ARC/LP/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, contrasto solitudine le persone al centro

TriestePrima è in caricamento