rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, da laboratorio digitale logopedico risposta efficace

Dimostrate capacità di innovazione e integrazione trasversale Trieste, 13 giu - "Integrazione tecnologica e organizzativa tra aziende sanitarie e università e centralità euristica dei percorsi riabilitativi: sono risultati già concreti ed efficaci che salutiamo oggi con il nuovo laboratorio digitale logopedico per l'età evolutiva "LabDilo" del corso di laurea interateneo Trieste-Udine in Logopedia". Sono parole del vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi, intervenuto a Trieste nella sede Asugi di via Sai all'illustrazione dell'accresciuta capacità di prestazioni logopediche rivolte ai minori con bisogni complessi. Grazie a nuove strumentazioni digitali acquistate dall'Università di Trieste, gli ambulatori del Distretto 1 e 4 diventeranno dei veri e propri laboratori all'avanguardia attraverso l'integrazione tra pazienti, logopedisti e studenti, aumentando così la specificità valutativa e terapeutica oltre che la ricerca in questo campo. Il laboratorio sarà utilizzato dai logopedisti tutor di tirocinio del corso di laurea in Logopedia durante le attività di tutoraggio clinico con gli studenti nelle sedute con i piccoli pazienti, mentre i dati acquisiti durante queste attività saranno elaborati ai fini di ricerca nell'ambito delle scienze logopediche. "È una prova di trasversalità molto importante - ha osservato Riccardi - sia per quanto riguarda le competenze sia per quanto riguarda i soggetti in campo. La logica di piantare bandierine qua e là viene sostituita dalla solida collaborazione tra università e aziende sanitarie che rimuove gli imbuti nel flusso delle informazioni a vantaggio dei professionisti della salute e quindi dei cittadini, sfruttando un avanzamento tecnologico supportato da strutture e formazione. Inoltre - ha aggiunto il vicegovernatore - si smentisce nei fatti l'idea che l'università stia sulla torre e che i percorsi di riabilitazione non investano competenze avanzate". Nello specifico, tra le innovazioni tecnologiche figurano la Comunicazione aumentativa e alternativa (Caa), il videomodeling e altri tipi di intervento riabilitativo che vengono associati in via telematica alla terapia diretta. Un esempio è dato dalla piattaforma RIDInet, in grado di offrire un percorso riabilitativo per i minori che presentano un Disturbo specifico dell'apprendimento (Dsa). La variabilità della strumentazione individuata spazia dalla possibilità di creare materiale cartaceo (immagini e simboli) attraverso l'utilizzo del software come Boardmaker per soggetti non verbali, all'uso diretto da parte dell'utente di dispositivi tecnologici che attraverso i software, quali ad esempio Go Talk Now e The Grid, consentono di creare agende/griglie visive con la possibilità di registrare la voce, in modo da fornire uno strumento efficace al fine di implementare scambi comunicativi. Giancarlo Tirelli, coordinatore del corso di laurea in Logopedia, ha ricordato che su input dell'Amministrazione regionale gli studenti del corso sono passati dai 17 del 2016 ai 56 laureati attuali, 53 dei quali sono già impiegati. Alla presentazione nell'ex comprensorio dell'Opp sono intervenuti anche il rettore dell'Università di Trieste Roberto Di Lenarda e il direttore generale di Asugi Antonio Poggiana. ARC/PPH/ma


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, da laboratorio digitale logopedico risposta efficace

TriestePrima è in caricamento