Salute: Riccardi, da Regione 1 mln per casa riposo Chiabà di S.Giorgio

Trieste, 8 gen - "La Regione sosterrà la riqualificazione della casa di riposo 'Giovanni Chiabà' di San Giorgio di Nogaro attraverso l'erogazione di un contributo da 1 milione di euro."

Lo ha confermato stamane il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, al termine di un incontro con il sindaco Roberto Mattiussi.

"L'intervento - ha spiegato Riccardi - ha ottenuto il parere positivo del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici (Nuvv) e si inserisce nella cornice di azioni che l'Amministrazione regionale ha intrapreso per potenziare il 'sistema-salute' del Friuli Venezia Giulia: un mosaico che si compone di tasselli fondamentali quali il raddoppio degli investimenti, disposto in legge di Stabilità, e la valorizzazione del territorio sul fronte della presa in carico delle cronicità."

Il finanziamento alla casa di riposo "Giovanni Chiabà" rappresenta pertanto, secondo il vicegovernatore, "lo specchio di una Regione che vuole dimostrarsi vicina alle persone, rispondendo in modo sempre più puntuale alle criticità figlie di un quadro demografico complesso che, nel solo Friuli Venezia Giulia, evidenzia la presenza di 500mila malati cronici, il terzo indice di natalità più basso d'Italia e il secondo posto sul podio dell'età media più alta".

"Il sostegno alle fragilità - ha concluso Riccardi - si pone pertanto, nella visione dell'Amministrazione, quale caposaldo del rilancio del sistema-Regione, trovando posto al fianco delle misure messe in campo dall'Esecutivo a supporto delle famiglie, degli investimenti e del lavoro." ARC/DFD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Lavoro: Rosolen, via a selezioni per corsi mirati per il turismo

  • Porto Vecchio: Fedriga, ok ad accordo per la riqualificazione

  • Finanza locale: Roberti/Zilli, via alla riforma dei tributi locali

Torna su
TriestePrima è in caricamento