rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, Fvg regione pilota per telemedicina e cure cronicità



Trieste, 13 gen - "I kit sanitari dalla Protezione Civile al momento sono in fase di assegnazione all'Azienda regionale di coordinamento per la salute che sta procedendo alla loro distribuzione alle Aziende sanitarie sulla base di progettualità che le stesse hanno già trasmesso alla Direzione centrale e che prevedono l'utilizzo di oltre 500 dispositivi di monitoraggio per la sorveglianza di soggetti fragili a domicilio, tra cui anche bambini".

Lo ha detto oggi a Trieste in sede di Consiglio regionale il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, rispondendo a un'interrogazione relativa allo stato di attuazione del progetto di telemedicina per i pazienti Covid.

Premettendo che nel 2020 si sono registrate "delle effettive criticità nell'utilizzo dei dispositivi utili al telemonitoraggio dei pazienti da parte delle strutture sanitarie territoriali straordinariamente impegnate nel contenere le diverse ondate dell'emergenza", Riccardi ha spiegato che in merito alle progettualità aziendali con utilizzo di tablet sono necessari dai 535 ai 655 kit all'anno con impieghi nell'ambito dell'oncologia, della cardiologia, della neurologia, della cura delle malattie rare nei bambini e della terapia del dolore.

Come ha aggiunto il vicegovernatore, a livello regionale un team multidisciplinare ha predisposto un capitolato tecnico che ha evidenziato le esigenze di attività clinica in remoto attraverso una piattaforma di telemedicina (teleconsulto, televisita, telemonitoraggio, teleriabilitazione, telecooperazione sanitaria).

In particolare, con riferimento alla parte del Piano nazionale di ripresa e resilienza riguardante la telemedicina e le malattie croniche, un referente della Regione partecipa al progetto per l'individuazione delle Linee Guida nazionali in questo settore "ed ha già avuto modo di confrontarsi con il panorama presente nel resto del Paese verificando l'aderenza della nostra proposta alle regole statali".

"Per quel che afferisce all'Amministrazione regionale - ha sottolineato Riccardi - siamo nella situazione di poter procedere con l'espletamento della gara in tempi più brevi rispetto a quella statale; quindi si è convenuto con l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali di attivare Insiel per l'acquisizione della soluzione informatica, diventando così la Regione pilota per la successiva integrazione con la piattaforma nazionale".

"Tutti i dispositivi acquistati dalla Protezione Civile verranno integrati al nuovo sistema remoto di attività sanitaria", ha rimarcato il vicegovernatore. Inoltre Riccardi ha anche specificato che, in attesa della gara in cui si definirà la piattaforma adeguata alle esigenze della regione, i kit "verranno dati alle Aziende in comodato d'uso gratuito per la gestione di micro servizi di telemedicina già presenti all'interno del Sistema sanitario regionale". ARC/GG/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, Fvg regione pilota per telemedicina e cure cronicità

TriestePrima è in caricamento