Salute: Riccardi, l'attenzione alle cronicità è nella riforma

Udine, 17 nov - La riforma del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia, che nei prossimi giorni sarà all'esame della Commissione salute del Consiglio regionale, e nei primi giorni di dicembre approderà nell'Aula per l'approvazione definitiva, deve mettere gli specialisti nelle condizioni di poter fornire prestazioni di eccellenza, indistintamente, a tutti i cittadini; anche ai pazienti che presentano condizioni di cronicità, come avviene per i malati di diabete, una patologia sempre più consistente anche nella nostra realtà".

Con queste parole il vicegovernatore e assessore alla Salute, Riccardo Riccardi, ha portato il saluto della Regione al XXVI Congresso congiunto delle associazioni dei medici diabetologi del Friuli Venezia Giulia, incentrato sul tema 'Team specialistico-territoriale di assistenza al paziente diabetico, tra formazione e telemedicina'.

Riccardi, che si è soffermato sulla consistenza del diabete nella nostra regione, nella quale i pazienti affetti da tale patologia sono 81 mila, ha rilevato che l'assistenza sanitaria ai malati cronici è tra gli elementi considerati dalla riforma del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia.

E ha poi ricordato il percorso di formulazione del testo di legge, basato sull'ascolto, sul dibattito, sul confronto con la Commissione di esperti: momenti, che hanno consentito di orientare le scelte dell'Amministrazione ai bisogni, alle aspettative, al diritto alla salute di tutti i cittadini.

Un diritto sancito dalla costituzione, che secondo Riccardi, l'assetto precedente del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia non rispettava.

Il vicegovernatore ha poi assicurato che la riforma tiene anche conto delle opportunità offerte dall'innovazione, dalla ricerca, dalle scoperte destinate a permettere ai malati di ottenere cure e prestazioni sempre più appropriate.

In un sistema sanitario che deve consentire una presa in carico del paziente, alla quale debbono seguire le prestazioni migliori, e tempi di risposta adeguati, per poter garantire a tutti il diritto alla salute.

Il congresso annuale della Società scientifiche di diabetologia regionali AMD e SID, ha rappresentato un momento di confronto, condivisione e aggiornamento per i diabetologi e per i team diabetologici del Friuli Venezia Giulia.

Per dare risposta a un numero di malati che è in crescente aumento, e ciò, implica una diversa gestione delle cronicità.

Fenomeno in espansione, che, secondo i congressisti, non può prescindere, tra l'altro, dall'ottimizzazione del sistema organizzativo sanitario, da un solido ed efficace sistema di erogazione dell'assistenza e da un sistema informativo adeguato. Elementi, ha concluso Riccardi, che potranno qualificare l'attuazione della riforma. ARC/CM/Red



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Istruzione: Rosolen, nuovo corso specializzazione settore dell'arredo

  • Turismo: Bini, Fvg propone a ministro Fondo di rotazione nazionale

  • Consorzi: Bini a Cosef, va superata fase commissariale ex Aussa-Corno

Torna su
TriestePrima è in caricamento