Salute: Riccardi, Latisana e Tolmezzo punti riferimento per emergenza

Palmanova, 18 giu - Le strategie di sviluppo delle strutture sanitarie di Latisana e Tolmezzo sono state al centro degli incontri avuti dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, con i sindaci delle due città, Daniele Galizio e Francesco Brollo, e i vertici dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, che si inseriscono nel contesto dei sopralluoghi avviati dal vicepresidente nei presidi sanitari regionali.

Il vicegovernatore ha spiegato che "per migliorare l'offerta sanitaria regionale e garantire la sicurezza dei pazienti e la crescita dei professionisti è fondamentale consolidare la rete di servizi e competenze che ruota attorno all'ospedale hub di Udine. Per raggiungere questo obiettivo è prioritario che gli ospedali presenti sul territorio sviluppino specificità singole, evitando doppioni e allo stesso tempo implementando la casistica e di conseguenza alzando il livello d'eccellenza che ha sempre caratterizzato il Friuli Venezia Giulia. Tutto ciò a beneficio dei pazienti, che otterranno servizi di maggiore qualità e una risposta più qualificata ai loro bisogni di salute".

Riccardi ha quindi chiarito che "in tale contesto gioca un ruolo fondamentale lo spostamento del baricentro dall'ospedale alla medicina territoriale e di prossimità. Tutto questo sapendo che l'emergenza legata al Covid-19 non è finita e il sistema deve essere pronto a fronteggiarlo nel caso l'epidemia si ripresenti in maniera decisa. Il ritorno alla normalità, anche nel contesto sanitario, deve quindi essere graduale e tenere conto dell'evoluzione dei casi".

Nello specifico, Riccardi ha spiegato che "Latisana è un presidio fondamentale per la zona occidentale del Friuli Venezia Giulia e del vicino Veneto, che consente di generare un'attrazione sanitaria sull'area di confine. La struttura è assolutamente rilevante per la gestione delle emergenze e proprio per questo è in corso il miglioramento del Pronto soccorso, al fine di per garantire percorsi di triage separati, che sostituiscano quelli allestiti in via provvisoria. Inoltre, a Latisana viene confermata l'attività di chirurgia maggiore e di urgenza, nonché il punto nascita, la ginecologia e pediatria".

Per quanto riguarda l'Ospedale di Tolmezzo, Riccardi ha evidenziato che "è stata avviata una revisione dei progetti di ampliamento del Pronto soccorso sulla base delle indicazioni nazionali per la gestione del Covid-19, che rientra nel programma complessivo d'investimenti sulla struttura del valore di oltre 16 milioni di euro".

Confermando il ruolo chiave della struttura per la Carnia e la montagna friulana, il vicegovernatore ha confermato che "l'obiettivo è valorizzare il presidio ospedaliero di Tolmezzo definendo più ambiti di specializzazione, di modo da renderlo attrattivo non soltanto per la comunità del comprensorio montano" ARC/MA/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento