Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, lavori ospedale S. Vito ne dimostrano sua centralità

Rotary e Consorzio Pn Energia donano a nosocomio un ecografo portatile S. Vito al Tagliamento, 8 apr - "Gli interventi che prenderanno il via a breve e quelli che verranno portati a termine entro l'anno sono la dimostrazione di quanto l'amministrazione regionale ritenga l'ospedale di San Vito un presidio di grande importanza per il territorio. Tutto ciò dovrebbe quindi mettere a tacere le illazioni secondo cui ci sarebbero disegni che prevedono il depotenziamento di questa struttura". Lo ha detto il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi intervenendo alla conferenza stampa svoltasi a San Vito al Tagliamento per l'illustrazione dei lavori di ristrutturazione e adeguamento sismico e antincendio del locale nosocomio, nonché gli interventi riguardanti il polo degli ambulatori per la riabilitazione e la nuova hall, con nuovi uffici di Cup e Urp. Alla presenza del sindaco Antonio Di Bisceglie e del direttore generale dell'Asfo Joseph Polimeni, Riccardi nel suo intervento ha innanzitutto ribadito la centralità dell'ospedale di San Vito a Tagliamento all'interno del sistema della salute regionale. "Dare il via ad importanti interventi come quelli previsti in questa struttura - ha detto il vicegovernatore - è segno di quanto la Regione creda fermamente nel valore di questo ospedale 'spoke' pordenonese. Se fossero vere le voci di chi periodicamente afferma che la Regione è intenzionata a depotenziare questo ospedale, allora non avrebbero senso tutti quegli interventi che si completeranno entro l'anno e soprattutto quelli nuovi che prenderanno a breve il via. Questo è senza dubbio un presidio importante per tutta la regione". Riccardi ha poi posto l'accento sulla tipologia di interventi previsti a San Vito, "opere che spesso non trovano la luce dei riflettori in quanto appartengono a quegli adeguamenti strutturali antisismici e antincendio che restano sempre in ombra, ma che rappresentano il fondamento per poi accostare altri interventi di maggiore impatto mediatico". Il vicegovernatore si è poi soffermato su un altro aspetto di fondamentale importanza per il sistema della salute regionale, "organizzazione che non si può basare solo sulle dotazioni infrastrutturali ma che deve guardare con attenzione anche a chi opera al suo interno. Come abbiamo avuto modo di constatare soprattutto in questo periodo pandemico, il personale è la prima risorsa su cui dobbiamo contare e investire le nostre risorse per garantire la massima efficienza del sistema". Al termine dell'incontro si è svolta la cerimonia di consegna di un ecografo portatile al dipartimento di medicina interna dell'ospedale di San Vito. A donare il macchinario sono stati il Rotary di San Vito al Tagliamento e il Consorzio PN Energia, rispettivamente rappresentati dai presidenti Roberta Gregoris e Valerio Pontarolo e dal presidente di Unindustria Alto Adriatico Michelangelo Agrusti. Lo strumento permette di snellire il lavoro dell'internista durante il processo clinico e diagnostico, anche a letto del paziente ricoverato in reparto. La tipologia di ecografo permetterà ai medici, non solo di eseguire una diagnostica per la visualizzazione degli organi addominali, ma anche di compiere un esame vascolare venoso periferico. ARC/AL/ep


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, lavori ospedale S. Vito ne dimostrano sua centralità

TriestePrima è in caricamento