Salute: Riccardi, nessun ritardo su concorsi primari

Trieste, 30 gen - "Sono polemiche inutili e sterili quelle che ruotano attorno al numero di primari in organico nel sistema sanitario regionale e alle procedure legate all'indizione di nuovi concorsi per la copertura delle posizioni vacanti".

Lo ha affermato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute Riccardo Riccardi, intervenendo nel merito oggi a Trieste nel corso dei lavori del Consiglio regionale. "Seguendo il modello organizzativo introdotto dalla riforma sanitaria e un iter previsto con le Aziende - ha spiegato il vicegovernatore - verranno a breve approvati gli atti aziendali che prevedono l'organizzazione e l'articolazione interna delle singole strutture ospedaliere, con l'eventuale copertura delle figure di direzione delle strutture complesse che dovessero risultare vacanti".

"Il Pordenonese per noi e' un territorio importante - ha proseguito il vicegovernatore - come dimostrano gli oltre 80 milioni di euro investiti nell'ultimo anno e mezzo per il completamento dell'ospedale di Pordenone e la protonterapia al Cro di Aviano. E' assolutamente normale che professionisti per raggiunti limiti d'eta o per scelte personali, vadano in pensione o decidano di cambiare. Anche nell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale, in ragione dell'attuazione della riforma della sanità, verrà quindi a breve approvato il nuovo atto aziendale che contemplerà l'eventuale copertura delle figure di direzione delle strutture vacanti. Non vi è perciò ragione di creare allarmismi e di invocare emergenze che risultano del tutto infondate". ARC/CCA/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Fedriga, negozi chiusi a Pasquetta e protezioni su Tpl

  • Coronavirus: Bini-Rosolen, protocollo regionale per riavvio attività

  • Coronavirus: Riccardi, Aziende dentro case di riposo scelta condivisa

  • Coronavirus: Riccardi, ok a più integrazione Asp/Aziende sanitarie

  • Coronavirus: Rosolen, cassa in deroga, eliminata l'imposta di bollo

Torna su
TriestePrima è in caricamento