Salute: Riccardi, no a notizie alterate su punto nascita Palmanova



Trieste, 24 lug - "La continua diffusione di notizie strumentalmente alterate sui provvedimenti presi per dare seguito al trasferimento del punto nascita da Palmanova a Latisana rischia di creare apprensione in chi è coinvolto, mentre inesattezze e storture si ritorcono contro chi le diffonde".

Lo afferma il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, richiamando la necessità, in particolare per chi ricopre cariche pubbliche, di affrontare temi delicati come quelli legati alla salute con la dovuta cautela per non generare infondate preoccupazioni tra gli utenti del sistema sanitario regionale.

Riccardi ha spiegato che "per essere pienamente compresi gli importi, che sono stati diramati a mezzo stampa, sui costi di trasferimento del punto nascita vanno specificati. Se è infatti vero che Latisana sarà dotata di un nuovo letto operatorio, il cui costo è di circa 46mila euro, occorre precisare che questa spesa era già prevista, dato che sarebbe stato comunque sostituito il letto operatorio, ormai vetusto, attualmente presente a Palmanova".

"Inoltre - ha proseguito il vicegovernatore - l'incubatrice ad ossigeno citata dalla stampa risulta necessaria perché non in dotazione all'ospedale della città stellata, come necessaria è la cucina di reparto con tutte le dotazioni del caso per offrire supporto ai pazienti e ai professionisti attivi in reparto. Analogamente, la spesa per i mastosuttori è giustificata dal fatto che quelli in dotazione resteranno a Palmanova, dove permarrà in attività la parte ambulatoriale per i controlli post nascita".

"Le strutture ospedaliere, come tutte quelle civili o nelle quali si svolgano attività - ha concluso Riccardi - sono soggette a spese per la manutenzione e l'adeguamento degli impianti. Ancora di più le spese per la messa a norma delle strutture ospedaliere. Altrimenti non si potrebbero spiegare i 14 milioni di euro che tra il 2010 e il 2013 furono investiti per la ristrutturazione del padiglione chirurgico di Latisana dove insisteva il punto nascita e i reparti pediatrici. E neppure i 535 mila euro per la messa a norma di impianti tecnici e di climatizzazione investiti tra il 2015 e il 2016 a Palmanova, come richiesto dai requisiti di accreditamento, che hanno interessato anche le strutture nelle quali è ospitato il punto nascita". ARC/MA



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

Torna su
TriestePrima è in caricamento