Lunedì, 21 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, nomina direttore Sores rispettando norme in vigore

Priorità è piano Emergenza-Urgenza

Trieste, 19 mag - "La responsabilità dell'indizione dei concorsi è in capo alla dirigenza delle Aziende sanitarie. Ci sono delle norme che vanno rispettate, questo è compito delle Aziende non del Consiglio ne' della Giunta regionale".

Ha introdotto così il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, oggi in Aula, la risposta ad una delle interrogazioni a risposta immediata di sua competenza che verteva sulla nomina del nuovo direttore della Struttura operativa regionale emergenza sanitaria (Sores) e sulla riorganizzazione della Centrale.

Sulla copertura del direttore della struttura, Riccardi ha informato in merito all'avvio da parte di Arcs della procedura concorsuale "che è in corso - ha detto - non è sospesa e, nell'autonomia delle responsabilità aziendali, Arcs sta anche conducendo delle valutazioni per verificare la copertura dell'incarico con la modalità del comando di un professionista che presenti i requisiti previsti dalle norme vigenti".

"Nel caso tale soluzione andasse in porto, con provvedimenti adottati entro la fine di maggio, il bando verrebbe ritirato o sospeso, come è possibile fare in base alle norme in vigore. L'attuale facente funzioni uscirà dal servizio il 1. agosto e le procedure in corso, nelle autonomie delle Aziende, - ha concluso Riccardi - assicureranno continuità nell'attribuzione della responsabilità della struttura".

Sulla raccolta di firme presentata per chiedere la riorganizzazione della Centrale, Riccardi ha specificato come "non è sufficiente una raccolta di firme, se pur legittima, per definire un modello. Viene posto un problema da affrontare ma sarà il nuovo piano dell'Emergenza-urgenza a dare risposte, definire gli aspetti e le collocazioni più opportune di tutte le funzioni coinvolte nell'emergenza extra-ospedaliera, compresi l'elisoccorso e il soccorso territoriale. Obiettivo del Piano sarà anche quello di dotarsi di una modalità di coinvolgimento del personale che favorisca l'interscambio operativo ed eviti la settorializzazione fra centrale operativa, elisoccorso e soccorso territoriale".

Riccardi sottolineando l'importanza del piano dell'Emergenza-urgenza ha detto che "avremo voluto definirlo prima, ma la gestione del contesto pandemico non lo ha consentito. E' comunque al primo posto fra le azioni da attuare prima del termine della legislatura".

Quanto alle criticità rilevate con una raccolta di firme, fra cui la mancanza di personale della Sores, Riccardi ha evidenziato come "la carenza di risorse umane sia un fatto superato: al 17 maggio il numero di infermieri in servizio nella Struttura operativa regionale emergenza sanitaria era di 44 unità, oltre al coordinatore, numero sufficiente a dare una copertura del servizio in grado di assicurare risposte tempestive. Considerato che al 31 dicembre 2019 erano presenti 38 unità, il saldo fra entrate ed uscite è stato di +6 (5 mobilità in uscita e 11 in entrata). I dati fotografano una situazione in cui sono maggiori gli infermieri che hanno chiesto di entrare nella struttura, rispetto a quelli usciti". ARC/LP/al
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, nomina direttore Sores rispettando norme in vigore

TriestePrima è in caricamento