Venerdì, 24 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, nuove cure vascolari a Pn è attenzione a territorio

Pordenone, 23 lug - "L'avvio e il sostegno di questa nuova tecnica di intervento dimostra ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, l'attenzione che la Regione ha sempre destinato al pordenonese. Questo è un servizio che permetterà di arginare la fuga di pazienti anche fuori regione, perseguendo l'obiettivo che l'Amministrazione si è posta in maniera molto convinta". Lo ha affermato oggi a Pordenone il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi partecipando alla conferenza stampa svoltasi nella sede dell'Asfo per la presentazione dell'avvio della nuova procedura di intervento per la cura delle complicanze vascolari delle fistole artero-venose, realizzata da un team multidisciplinare. Fino ad oggi le operazioni venivano compiute all'ospedale di Udine ma, in molti casi, anche in strutture al di fuori del Friuli Venezia Giulia, generando così una spesa sanitaria che usciva dai confini regionali. Alla presenza del direttore generale del'Asfo Joseph Polimeni, dei primari dei reparti di radiologia e nefrologia del Santa Maria degli Angeli, Mauro Biscosi e Valter Mancini, del presidente della III Commissione Ivo Moras e della consigliera regionale Mara Piccin, Riccardi ha voluto evidenziare l'attenzione che la Regione continua a garantire al sistema della salute della Destra Tagliamento anche con il sostegno a questo tipo di iniziative. "Ogni territorio - ha detto Riccardi nel suo intervento - deve avere la capacità di dare efficienti risposte di prossimità in campo sanitario e quella illustrata oggi va proprio in questa direzione. Fino ad ora questo tipo di interventi venivano compiuti in altre zone della regione e fuori dal Friuli Venezia Giulia. Oggi, grazie alle capacità dei validi professionisti presenti all'interno dell'Asfo, si avvia una nuova attività che produce due effetti: da un lato si riducono le liste di attesa all'interno delle altre aziende della regione per lo stesso tipo di intervento e, dall'altro, si recupera la spesa sanitaria indirizzata oltre confine per simili operazioni". "L'avvio di questa attività a Pordenone - ha aggiunto Riccardi - è una evidente dimostrazione di quanto la Regione tenga in considerazione la sanità nel Friuli Occidentale. La cura delle complicanze vascolari delle fistole artero-venose è solo l'ultima attività che parte in un territorio che l'Esecutivo ritiene molto importante, come testimonia anche l'impegno per la protonterapia ad Aviano la cui gara per la costruzione del bunker e la consegna dei macchinari è stata assegnata in questi giorni. Ci stiamo impegnando seriamente - ha concluso il vicegovernatore - senza nascondere i problemi; ma ci sono anche risultati che vanno giustamente evidenziati quali frutto di un lungo e incessante lavoro". ARC/AL/ma


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, nuove cure vascolari a Pn è attenzione a territorio

TriestePrima è in caricamento