rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, nuovi accordi potenziano assistenza pediatrica



Trieste, 18 mar - "I due accordi integrativi regionali stipulati con le organizzazioni sindacali dei pediatri di libera scelta sono finalizzati da una parte a individuare quelle soluzioni necessarie a superare alcune situazioni di carenza di assistenza pediatrica in modo uniforme su tutto il territorio della Regione e, dall'altra, a permettere alle Aziende sanitarie di utilizzare le risorse messe a disposizione per rimborsare a questi professionisti le spese relative all'assunzione dei collaboratori di studio".

Il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, spiega così gli obiettivi dei due accordi integrativi regionali resi esecutivi dalla delibera di Giunta approvata questa mattina.

"Il primo documento - precisa Riccardi - nasce dall'esigenza di riformulare i contenuti della disciplina decentrata sul rapporto ottimale e sulla copertura degli ambiti carenti a garanzia della realizzazione di uniformi modalità di applicazione in Friuli Venezia Giulia".

"Applicato in precedenza in modo difforme nelle diverse Aziende sanitarie, questo nuovo patto identifica invece i criteri da seguire nel caso di carenze negli ambiti territoriali e definisce - aggiunge il vicegovernatore - le procedure da attivare a livello di comitato aziendale per bandire nuovi inserimenti di pediatri".

"Per quanto concerne il secondo accordo, le Linee annuali per la gestione del Servizio sanitario regionale per l'anno 2022 approvate a gennaio destinano quasi 2 milioni di euro - per la precisione 1.994.757,34 euro - al finanziamento di un patto integrativo regionale della Medicina convenzionata per l'incremento dei collaboratori di studio. Una decisione - sottolinea Riccardi - dettata dal fatto che reputiamo questa figura importante nell'incremento della qualità dell'assistenza primaria. Consente infatti al medico - singolo o associato - di aumentare la disponibilità nei confronti dei propri pazienti mediante l'affidamento della gestione degli aspetti non medici e di natura amministrativa a personale di supporto".

"L'accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali dei pediatri di libera scelta, analogamente a quanto concordato con i medici di medicina generale - ricorda il vicegovernatore -, disciplina i criteri comuni affinché le Aziende sanitarie possano attribuire ulteriori indennità ai medici dell'assistenza primaria che si avvalgono di collaboratori di studio nel limite del tetto di spesa fissato dalla linea sovra-aziendale".

"Prima di utilizzare le risorse aggiuntive messe a disposizione dalla Regione - conclude Riccardi -, le Aziende sono tenute prioritariamente a riassegnare ai pediatri di libera scelta aventi diritto le quote che si sono rese disponibili per cessazioni di attività o rinuncia al collaboratore di studio come già previsto in precedenza". ARC/RT/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, nuovi accordi potenziano assistenza pediatrica

TriestePrima è in caricamento