Venerdì, 30 Luglio 2021
Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, per Ospedale Pn 50 posti cure intermedie

Trieste, 29 giu - "Coerentemente al contenuto della mozione, in una delle prossime sedute di Giunta porterò un nuovo finanziamento per l'Ospedale di Pordenone di 20 milioni di euro, che comprenderà la posta di 11 mln e mezzo per la demolizione del padiglione "A" e la contestuale realizzazione di una struttura di 50 posti letto per le cure intermedie che colmi in parte il gap esistente rispetto alle necessità che si sono viste anche nel corso della pandemia. La sanità pordenonese oggi, lasciando alle spalle le polemiche di ogni giorno, fa un altro importante passo in avanti". Lo ha detto oggi a Trieste il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, nel corso della seduta Consiglio regionale durante il dibattito sulla mozione (approvata all'unanimità) "Intervento per l'elaborazione e il finanziamento di un progetto per il recupero di un padiglione dell'Ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone e per la sua riconversione in struttura per cure intermedie". Come ha premesso lo stesso Riccardi, sgombrando il campo da eventuali polemiche, la decisione è frutto da un ragionamento più ampio "e che prescinde dalle scadenze elettorali del momento. Partiamo infatti da quella che la pandemia ha messo in evidenza e che già era noto: la necessità di una revisione del rapporto tra la sanità pubblica e la medicina generale e la valenza strategica dell'assistenza territoriale, che si innesta con l'elaborazione del Pnrr ("che non può pensare solo ai muri ma deve riguardare soprattutto il capitale umano") e della previsione relativa alla realizzazione dei cosiddetti ospedali di comunità". Come ha sottolineato il vicegovernatore, il riferimento nella mozione al numero di posti letto programmato dalla Regione nel 2014 per il territorio dell'ex provincia di Pordenone e alla relativa carenza di 100 posti letto, non deve essere letto come un attacco politico ad alcuno, ma come "un dato oggettivo sul quale si fondano le ragioni della scelta intrapresa dall'Amministrazione". Riccardi ha poi puntualizzato sul tema delle cure intermedie affermando che esiste l'esigenza di garantire l'appropriatezza delle cure all'interno di un adeguato percorso terapeutico, che non può prevedere l'ospedale ma un'altra struttura idonea e la cui spesa viene correttamente calibrata sulla base delle effettive necessità, senza in questo modo generare sprechi di risorse pubbliche. Infine, per quel che riguarda l'altra parte dell'intervento annunciato per l'Ospedale Santa Maria degli Angeli, 3 milioni vengono destinati alla demolizione dei padiglioni "B", "D" e "R" e 5,5 mln per l'adeguamento funzionale e normativo del padiglione "H". ARC/GG/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, per Ospedale Pn 50 posti cure intermedie

TriestePrima è in caricamento