Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, risorse ingenti per formazione medica specialistica

Persereano di Pavia di Udine, 30 giu - "L'Amministrazione regionale sostiene, in molti modi e con grande convinzione, l'Università di Udine. Insieme, nel recente passato, abbiamo affrontato una prova durissima come quella della pandemia che ha visto in prima fila anche gli specializzandi dell'ateneo friulano. Nella nostra visione, la politica ha l'obbligo di dare risposte concrete ed efficaci alle persone e di trovare soluzioni su questioni strutturali anche quando le decisioni non sono semplici e spesso non portano consensi immediati".

Lo ha affermato l'assessore alla Salute Riccardo Riccardi durante la summer school sulle malattie infettive, ospitata negli spazi prestigiosi di Villa Florio Maseri di Persereano a Pavia di Udine. Obiettivo dell'iniziativa potenziare la conoscenza e le opportunità di sviluppo di carriera nella specializzazione in questa e in altre discipline all'interno dell'Università di Udine.

"Il Friuli Venezia Giulia è un territorio piccolo ma non è assolutamente un piccolo territorio - ha sottolineato Riccardi -. La nostra gente ha saputo superare sfide molto difficili grazie a un modello a misura d'uomo di cui siamo estremamente gelosi. Una modalità organizzativa della nostra comunità che vuole innanzitutto avvicinare le persone, agevolando i percorsi di crescita anche professionale in una regione ricca di opportunità, in grado di garantire valori economici adeguati, una formazione elevata e un'altissima qualità della vita".

"Con le nostre politiche - ha sostenuto l'esponente della Giunta Fedriga - vogliamo mettere i giovani nelle condizioni di sviluppare qui da noi i loro molteplici talenti".

La Regione, ogni anno investe, infatti, importanti risorse, finanziando - in aggiunta ai contratti statali - l'attivazione di 22 contratti aggiuntivi per la formazione medica specialistica, tra questi anche per la scuola di specializzazione in malattie infettive e tropicali, riservati a residenti in Friuli Venezia Giulia. Annualmente sono attivi in media circa 70 contratti, assegnati a specializzandi, corrispondenti a circa 2 milioni di euro.

"Considerato che, a oggi, non sono mai state stanziate risorse statali, la nostra Amministrazione sta garantendo la copertura economica per le borse di studio per la formazione di area sanitaria riservate a laureati non medici come farmacisti, biologi, fisici e chimici. Attualmente - ha precisato Riccardi - sono attive 11 borse di studio e quest'anno si conta di arrivare a 18 borse per un impegno finanziario di circa 450mila euro".

Il Friuli Venezia Giulia, oltre ad aver sottoscritto con diverse università italiane ben 23 accordi, è impegnato anche sul fronte della carenza di medici specialisti nelle Aziende del Servizio sanitario regionale, cercando di arginare il "rischio di fuga" dei nuovi specializzati, che sono stati assegnatari di contratti finanziati con risorse regionali.

"Anche recentemente siamo intervenuti sulla normativa vigente in materia di assegnazione di contratti di formazione medico specialistica, favorendo da una parte l'accesso di nuovi specializzandi provenienti anche da altre zone del nostro Paese e dall'altra la permanenza di questi studenti nelle strutture del Servizio sanitario regionale, in modo da attenuare - ha concluso l'assessore - la scelta verso l'ambito lavorativo privato o libero professionale o peggio ancora il trasferimenti lontano dal Friuli Venezia Giulia". ARC/TOF/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, risorse ingenti per formazione medica specialistica
TriestePrima è in caricamento