Notizie dalla giunta

Salute: Riccardi, su Sores sistemiamo errori ereditati dal passato

Trieste, 23 ott - "La situazione che stiamo gestendo ora è frutto di quanto ci è stato lasciato in eredità dal passato e rispetto alla quale stiamo intervenendo per eliminare le debolezze esistenti fin da quando è partita la centrale del soccorso. La risoluzione dei problemi non passa attraverso il ritorno alle centrali provinciali".

Lo ha evidenziato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, intervenendo in Aula per dare risposta a due interrogazioni presentate dai consiglieri Simona Liguori (Cittadini) e Andrea Ussai (M5S) sulla situazione interna alla Sala operativa regionale emergenza sanitaria (Sores). Per l'esponente dell'Esecutivo regionale sono principalmente tre le criticità del settore sulle quali si sta lavorando per rendere più efficiente il sistema: dotazione tecnologica, personale e superamento della frammentazione del sistema.

Sulla dotazione tecnologica, Riccardi ha ricordato che alcuni mesi fa il nuovo responsabile dei sistemi informativi ha trasmesso una lettera all'Autorità competente per segnalare quale fosse lo stato di adeguatezza e di strutturazione del materiale in dotazione alla Sores nel momento della sua costituzione.

"Entro la fine dell'anno - ha sottolineato il vicegovernatore - sarà conclusa la procedura per la sostituzione del sistema informatico della Sores, allineando totalmente il sistema. Inoltre, il Nue112 ha lavorato sul perfezionamento delle banche dati e sono state attuate procedure che aiutano a identificare in modo più preciso la posizione della chiamata attraverso la georeferenziazione". Tra le difficoltà evidenziate, figura anche l'assenza di una centrale di backup "che andrà creata in un punto diverso dal centro di Palmanova".

Per quanto riguarda le carenze di personale, Riccardi ha posto in risalto il fatto che "potranno essere superate, in modo strutturato, solamente ripensando il modello a livello regionale e non più di singola azienda. Nell'immediato - ha aggiunto - è stata concessa l'autorizzazione ad acquistare prestazioni aggiuntive ed Arcs ha stipulato le convenzioni con le aziende regionali per la fornitura di turni servizio".

Infine, il vicegovernatore si è soffermato sulla necessità di rivedere, in maniera unitaria, il sistema di emergenza urgenza extraospedaliero "con il coinvolgimento di tutti coloro che operano sul territorio. La centrale operativa e l'elisoccorso sono funzioni regionali del sistema che devono essere sostenute da tutte le aziende senza divisioni e contrapposizioni. È comunque anacronistico - ha concluso Riccardi - prevedere un ritorno alle centrali provinciali". ARC/AL/fc



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute: Riccardi, su Sores sistemiamo errori ereditati dal passato

TriestePrima è in caricamento