Salute: Riccardi, va rivisto protocollo Regione-Università Fvg

Trieste, 29 set - "Il protocollo d'intesa tra Servizio sanitario regionale (Ssr) e Università del Friuli Venezia Giulia andrà rivisto sulla base del nuovo assetto della sanità regionale".

Lo ha dichiarato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, dopo avere comunicato alla Giunta regionale la disdetta del protocollo esistente con gli Atenei Fvg, evidenziando che "la Regione formalizzerà agli Atenei la decisione nella prospettiva di siglare un nuovo protocollo rispondente alle necessità della nuova riforma sanitaria".

Il precedente documento, va ricordato, era stato siglato nell'aprile del 2016 e redatto sulla base delle direttive della legge 16/2014.

"La riorganizzazione del Ssr sulla quale ci stiamo confrontando con operatori e territorio - ha aggiunto il vicegovernatore - porterà a un nuovo assetto istituzionale e organizzativo degli enti che costituiranno il nuovo sistema di tutela della salute".

"La revisione degli atti di intesa - ha sottolineato Riccardi - che regolano lo svolgimento delle attività assistenziali, nelle quali il protocollo con le Università è inserito, andrà rivisto - ha sottolineato Riccardi - alla luce del nuovo disegno della sanità regionale".

"La disdetta - ha precisato il vicegovernatore - era una variabile già inserita nel precedente protocollo che, in caso contrario, sarebbe stato rinnovato automaticamente per altri tre anni. Un'eventualità - ha concluso Riccardi - che non potevamo lasciare accadere proprio perché cambierà lo scenario complessivo e, di conseguenza, i modelli di rapporto e di servizio con le Università". ARC/COM/fc/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Cultura: Gibelli, "Udine Design Week" stimola innovazione e ripresa

Torna su
TriestePrima è in caricamento