SALUTE: TELESCA, ALLEANZE TRA ENTI PER PROMUOVERE STILI VITA SALUTARI

Udine, 3 mar - Sottoscritti oggi nella sede della Regione Friuli Venezia Giulia a Udine, alla presenza dell'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca, due Protocolli per diffondere la promozione di stili di vita sani attraverso l'attività fisica e un approccio preventivo alla salute nei comuni del FVG.

"Sono due Accordi molto importanti perché rappresentano l'attuazione delle Linee previste nel Piano regionale di Prevenzione, approvato recentemente, e creano le alleanze con tutti i soggetti che hanno il compito di promuovere la salute tra i cittadini sul territorio", ha commentato l'assessore Telesca.

Il primo Protocollo vede anche la Regione direttamente firmataria, assieme al Comitato regionale Unione Italiana Sport (UISP) per tutti, Federsanità-ANCI FVG e ANCI FVG per "la promozione di stili di vita attivi e salutari attraverso l'attività fisica nella comunità".

"Occorre lavorare ancora molto per migliorare lo stile di vita delle persone perché, sebbene molti siano consapevoli del fatto che esso influisce sulla salute, si registrano ancora comportamenti che non tengono conto di questo aspetto", spiega Telesca, commentando i dati resi noti dalla direzione centrale Salute della Regione nel corso della presentazione.

Già da alcuni anni la programmazione sviluppata annualmente dalle Aziende sanitarie sulla base degli indirizzi regionali prevede interventi di promozione dell'attività fisica, che sono stati attuati spaziando dall'età scolare a quella adulta e anziana. Nonostante ciò secondo i dati del Sistema di sorveglianza PASSI in Friuli Venezia Giulia solo un terzo (37%) delle persone di età compresa tra 18 e 99 anni ha uno stile di vita attivo, in quanto conduce un'attività lavorativa pesante o pratica l'attività fisica moderata/intensa raccomandata; circa un quinto (20%) è invece completamente sedentario. La sedentarietà cresce all'aumentare dell'età ed è più diffusa nelle persone con basso livello d'istruzione.

Un intervistato su tre (35%) riferisce che un operatore sanitario si è interessato all'attività fisica che svolge, e solo il 31% è la percentuale di persone che dichiarano di avere ricevuto il consiglio di effettuare una regolare attività fisica. "Per questo occorre valorizzare la sinergia con le associazioni presenti sul territorio e con gli Enti locali, per sostenere ulteriori progetti di promozione dell'attività fisica anche nell'ottica di un invecchiamento attivo e in salute, obiettivi già ricompresi nella cornice di un Accordo di collaborazione tra la Regione FVG, Federsanità, ANCI e associazioni rivolte prioritariamente a fasce di età anziane (Auser, Anteas, e altre)", ha spiegato Telesca.

Si tratta di un Accordo - è stato sottolineato da tutti i sottoscrittori, il presidente di Federsanità-ANCI FVG Giuseppe Napoli, il sindaco di Sacile Roberto Ceraolo per ANCI FVG e la presidente della UISP del FVG Elena Debetto - che amplierà gli obiettivi e le esperienze per promuovere più diffusamente stili di vita attivi per il contrasto alla sedentarietà, secondo la logica dello sport di cittadinanza, a scuola, al lavoro e nel tempo libero.

Il secondo documento firmato oggi è una Convenzione tra quattro soggetti istituzionali: Azienda per l'Assistenza Sanitaria (AAS) n. 4 Friuli Centrale, Università degli Studi di Trieste, Università degli Studi di Udine e Federsanità-ANCI FVG per la realizzazione del Progetto di formazione in favore dei Comuni della regione Sviluppo nelle Pubbliche Amministrazioni di un approccio preventivo alla salute e alla sicurezza dei cittadini.

"L'obiettivo - ha commentato Telesca - è estendere all'intero territorio regionale alcuni progetti di prevenzione primaria sviluppati nella città di Udine, nell'ambito del progetto Healthy Cities / Città Sane dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), veicolando informazioni in modo capillare ricorrendo ad alleanze con le associazioni dei Comuni, in particolare, Federsanità-ANCI FVG".

Il programma di formazione - sottoscritto oltre che dal presidente di Federsanità-ANCI FVG anche dal commissario straordinario per l'AAS n. 4 Friuli Centrale Mauro Delendi, dal sindaco di Udine Furio Honsell, dal rettore dell'Università di Trieste Maurizio Fermeglia e per l'Ateneo friulano da Roberto Pinton, delegato del rettore - prevede due percorsi formativi, distinti in due moduli, che verranno gestiti autonomamente ma con la stessa metodologia e gli stessi strumenti.

Nella fase preliminare di reclutamento hanno aderito ben 42 Comuni (56% della popolazione regionale) che a partire dal 20 aprile, presentazione ufficiale dell'evento, seguiranno il percorso proposto dal Piano regionale della Prevenzione, ha fatto sapere Giuseppe Napoli, presidente di Federsanità-ANCI FVG.

ARC/EP/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

  • Turismo: Fedriga, da Regioni criteri riparto 700 mln a Comuni aree sci

Torna su
TriestePrima è in caricamento