Salute: Telesca, ancora tempo per adeguare standard case riposo

Trieste, 29 novembre - "C'è ancora tempo per fare in modo che tutte le strutture del Friuli Venezia Giulia, dalle più grandi a quelle più piccole, possano mettere in atto quegli adeguamenti che consentiranno di migliorare gli standard qualitativi del servizio offerto ai residenti".

Lo ha assicurato l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, nel corso dell'audizione della prima commissione comunale sulle case di riposo svoltasi in municipio a Trieste. L'incontro è servito per delineare il percorso che la Regione ha definito con apposita delibera per superare una fase di stallo che, su questo tema, durava da una decina d'anni.

L'assessore ha spiegato che la Regione, pur essendosi posta un obiettivo ben definito, ha compiuto tutti gli sforzi possibili per rendere graduale il processo di adeguamento "consentendo di mettere in atto gli interventi che portino, a lavori ultimati, le strutture verso standard qualitativi più elevati a favore degli ospiti".

"Questo incontro - ha evidenziato - ci ha permesso inoltre di fugare molte preoccupazioni avanzate dai gestori delle case di riposo. Ci rendiamo contro che, in questa fase di transizione, ci possano essere alcuni timori ma è nostra intenzione mettere tutti nelle condizioni di poter apportare, nel tempo e gradualmente, le migliorie richieste".

Tra le altre problematiche emerse nel corso dell'audizione c'è stata anche quella riguardante il nuovo fabbisogno di posti letto. "Avevamo previsto - ha detto Telesca - la possibilità di incrementare i posti da convenzionare di altre 400 unità in tutta la regione. Di queste, circa 150 saranno messe a disposizione dell'area triestina, con modalità che verranno definite a breve. Questi sono posti letto che già esistono in Friuli Venezia Giulia e sui dovranno essere applicati gli stessi standard qualitativi richiesti a tutti gli altri".

Infine ci si è soffermati anche sul tema riguardante la presenza di medici all'interno delle case di riposo. "È questo un argomento - ha ricordato Telesca - sul quale stiamo lavorando da tempo con i medici di medicina generale, ossia coloro che per contratto nazionale garantiscono la presenza all'interno delle strutture. Queste ultime da tempo hanno avanzato la richiesta di migliorare la presenza al loro interno dei professionisti, argomento sul quale stiamo lavorando al tavolo della trattativa della categoria". ARC/AL/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Covid-19: Fedriga, valutiamo nuove restrizioni su zone specifiche

  • Ricerca: Rosolen incontra neo presidente Area science park Petrillo

  • Salute: Riccardi, sottoscritto accordo con sindacati su stralcio Rar

Torna su
TriestePrima è in caricamento