SALUTE: TELESCA, NASCE RETE CURE SICURE FVG PER TUTELA PAZIENTE

Udine, 21 ottobre - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, ha deliberato l'istituzione della Rete Cure Sicure FVG con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia coordina e governa, in forma integrata, le attività legate alla sicurezza dei pazienti, dalla prevenzione del rischio clinico-assistenziale alla gestione dei sinistri.

"La sicurezza dei pazienti è una priorità che il Servizio Sanitario Regionale (SSR) pone a garanzia della qualità e dell'equità delle cure prestate - ha commentato Telesca -. Con questa norma una serie consolidata di esperienze e di pratiche viene messa a sistema, secondo un modello organizzativo che coinvolge tutti gli Enti del SSR e le case di cura private accreditate e convenzionate. La cultura della sicurezza delle cure ai pazienti - così Telesca - deve continuare a svilupparsi con organicità".

La Rete è chiamata garantire la sicurezza di tutte le prestazioni sanitarie, dal singolo rischio diagnostico al percorso assistenziale. Ne fanno parte, oltre alla direzione centrale Salute della Regione, l'Ente per la Gestione Accentrata dei Servizi condivisi (EGAS), la struttura deputata alla gestione della Rete, i risk manager,  i responsabili aziendali dei programmi regionali, i referenti aziendali dei programmi finalizzati, i link professional  aziendali, professionisti del SSR e cittadini.

Nello specifico, i risk manager  sono le figure professionali che hanno il compito di occuparsi del rischio clinico in ogni ente del SSR o casa di cura privata e il cui nominativo deve essere comunicato alla direzione centrale Salute. I link professional,  a loro volta, sono figure di raccordo tra i professionisti delle strutture sanitarie e i referenti aziendali dei programmi regionali.

La delibera della Giunta regionale, aspetto fondamentale del provvedimento, attribuisce la conduzione operativa di Rete Cure Sicure FVG alla Struttura deputata all'Accreditamento e alla Qualità dell'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata (ASUI) di Udine.

"Con la sua caratura interdisciplinare - ha concluso l'assessore - la Rete corrisponde alla strategia indicata nella scorsa legge nazionale di Stabilità, che indicava come prioritario il tema del rischio in sanità, e rappresenta uno stimolo per gli tutti gli operatori a contribuire alla riduzione delle criticità, avendo ben chiaro che l'errore, quando si verifica, si ripercuote sul cittadino/paziente che è al centro del sistema".

ARC/PPH/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

Torna su
TriestePrima è in caricamento