Sanità: Callari, nuovo laser a Gorizia per curare meglio il dolore

Gorizia, 22 ott - "Il dolore è la rappresentazione simbolica della malattia e le donazioni a favore di questo tipo di cure assumono un'importanza speciale, perché la prima missione dei medici e degli operatori sanitari è quella di lenire le sofferenze di chi è indebolito e reso più fragile dalle conseguenze di una grave condizione patologica". Lo ha detto oggi a Gorizia l'assessore regionale al Patrimonio del Friuli Venezia Giulia, Sebastiano Callari, nel corso della presentazione dello strumento per la laserterapia antalgica, acquistato grazie alle donazioni e che andrà in uso nell'ambulatorio di Terapia del dolore e cure palliative della Soc di Anestesia e rianimazione dell'Ospedale di Gorizia. Come ha sottolineato l'assessore, il cui percorso professionale si è sviluppato proprio nel nosocomio isontino, la laserterapia garantisce un salto in avanti non solo da un punto di vista tecnologico ma anche nel rapporto tra medico e paziente. L'utilizzo di questa tecnologia avviene infatti attraverso un'interazione, dove la stessa persona malata collabora con il professionista sanitario per indirizzare il raggio laser nel punto che assicura la migliore efficacia. "Di questa donazione - ha concluso Callari - non solo l'ospedale ma tutta la città di Gorizia deve esserne orgogliosa, in quanto ha il grande valore di contribuire a innalzare la qualità e il livello delle prestazioni sanitarie offerte alle persone più colpite dalla sofferenza della malattia". ARC/GG/al

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Solidarietà: Roberti, 'S. Nicolò si mette in moto' dona tanti sorrisi

  • Covid: Fedriga, dati in miglioramento, nessuna ipotesi zona rossa

  • Covid: Riccardi, bene risposta popolazione a test aree alto contagio

  • Covid: Riccardi, a Tolmezzo valutate possibili indagini più puntuali

  • Covid: Riccardi, domani test a Sutrio e in tutta la Valcellina

Torna su
TriestePrima è in caricamento