rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Notizie dalla giunta

Sanità: Riccardi, La Pannocchia esempio virtuoso gestione disabilità

Il vicegovernatore ha visitato la struttura di Codroipo con ministro per Disabilità Stefani Codroipo, 1 apr - "La visita alla struttura 'La Pannocchia' di Codroipo è una tappa finale simbolicamente importate di questa giornata che ha visto il ministro per le Disabilità raggiungere il Friuli Venezia Giulia. Simbolica perché proprio a Codroipo, alla fine degli anni Ottanta, nasce l'integrazione sociosanitaria, in un momento in cui si chiude l'ospedale. Per il Codroipese e il Medio Friuli stiamo lavorando, oggi, per la creazione di una residenza protetta per anziani disabili che in questo momento non esiste sul territorio regionale. Forte, in tal senso, è la nostra collaborazione con quello che possiamo chiamare 'privato-sociale', in una terra come il Fvg dove, anche per l'esperienza del terremoto del 1976, esiste un forte modello sussidiario, con famiglie e organizzazioni di volontariato che rispondono in maniera importante alle esigenze delle comunità. 'La Pannocchia' è un 'pezzo' di questo sistema, un modello che continueremo a sostenere". Sono le parole del vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, che oggi pomeriggio ha visitato la struttura dell'associazione 'La Pannocchia' di Codroipo, accompagnando il ministro per le Disabilità, Erika Stefani, al termine della sua visita in Friuli Venezia Giulia. Alla vista erano presenti il presidente della fondazione "La Pannocchia", Dino Pontisso, il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, e il direttore generale dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Denis Caporale; quest'ultimo ha illustrato il progetto su cui la Regione sta lavorando per la creare, nel cuore del Medio Friuli, una struttura per le persone disabili anziane, in seno al più ampio progetto per la realizzazione di una vera e propria "cittadella della salute" grazie a fondi regionali, ai quali si aggiungono le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza, del valore complessivo di oltre 14 milioni di euro. Nel suo intervento, il ministro Stefani ha sottolineato quando il Friuli Venezia Giulia sia una regione che dà molte risposte sul mondo della disabilità e come le dia anche con soluzioni da considerarsi modello, pilota, da ripetere e replicare sul resto del territorio del nostro Paese. Ha detto anche che il sistema della disabilità non può essere cristallizzato nei meccanismi pubblici, perché a volte troppo rigidi; ha aggiunto poi che, come per "La Pannocchia" di Codroipo, i grandi progetti, nascano dalla compenetrazione e dalla co-progettazione con il mondo del "privato-sociale", cioè delle realtà private a vocazione sociale, di cui il Friuli Venezia Giulia è esempio di eccellenza. L'associazione "La Pannocchia" nasce nel 1996 per volontà di un gruppo di genitori di disabili. Negli anni il numero di associati è sempre aumentato. Il desiderio dei genitori di non lasciare soli i soli i lor figli "speciali" dopo loro scomparsa ha portato il gruppo a ideare il progetto "Una finestra sul futuro, dopo di noi" per dare, in continuità, la migliore offerta assistenziale a queste persone "speciali". Oggi la comunità residenziale "La Pannocchia", convenzionata con l'Asufc, è in grado di accogliere fino a 12 ospiti con una disponibilità di altri 2 posti per le emergenze. ARC/PT/al


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: Riccardi, La Pannocchia esempio virtuoso gestione disabilità

TriestePrima è in caricamento