Notizie dalla giunta

Scritte sinagoga: Fedriga, intollerabili invettive razziste a Trieste

Il governatore ha espresso la vicinanza della Regione alla comunità ebraica

Trieste, 10 nov - "Quanto accaduto alla sinagoga di Trieste è un atto grave, che va trattato con la massima serietà e condannato. La comunità ebraica di Trieste, alla quale esprimo la vicinanza della Regione, ha subito indicibili sofferenze durante la Shoah, come testimoniano le numerose pietre d'inciampo presenti in città, e non è tollerabile che i suoi appartenenti vengano oggi tacciati di razzismo o addirittura assimilati al fascismo responsabile della proclamazione delle leggi razziali".

Lo ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga commentando l'apparizione di una scritta contro le persone di religione ebraica apparsa nella notte sulla facciata della sinagoga di Trieste.

Fedriga ha auspicato che "le indagini prontamente avviate dalle Forze dell'ordine permettano di identificare e perseguire rapidamente il responsabile di questo ignobile gesto che, oltre a partire da vergognose idee razziste, va a colpire un diritto fondamentale come la libertà di culto. La comunità ebraica è una parte importante del panorama multi etnico e multi culturale che compone il capoluogo regionale e gesti d'intolleranza o di minaccia nei suoi confronti, così come nei confronti delle altre comunità, non sono in alcun modo tollerabili". ARC/MA



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte sinagoga: Fedriga, intollerabili invettive razziste a Trieste
TriestePrima è in caricamento