Notizie dalla giunta

Scuola: Fedriga-Rosolen, dai giovani progetti concreti per territorio

Premiati gli istituti scolastici vincitori di 'Active young citizen for sustainable development in Cei and Aii areas' Trieste, 24 mag - "La prima edizione di 'Active young citizen for sustainable development in Cei and Aii areas' ha avuto il grande merito di coinvolgere gli studenti su un tema importante come l'Agenda 2030 dell'Onu spronandoli a sviluppare idee e progetti per il proprio territorio. Sicuramente è importante parlare dei grandi obiettivi globali, ma è altrettanto rilevante non dimenticare mai che per cambiare il mondo bisogna iniziare da casa propria. I ragazzi che hanno partecipato all'iniziativa hanno colto perfettamente questo spirito e sviluppato progetti collegati al territorio nel quale vivono: si tratta di un grande valore aggiunto che ci ricorda l'importanza di coinvolgere i giovani per lo sviluppo del mondo di domani. Tutti i progetti provenienti dalla nostra regione sono molto belli e concreti, quindi l'auspicio è che questa iniziativa cresca ancora e con essa l'adesione delle scuole del Friuli Venezia Giulia". È questo il messaggio lanciato dal governatore Massimiliano Fedriga, durante le premiazioni regionali del concorso 'Active young citizen for dustainable development in Cei and Aii areas', nell'ambito del quale i progetti 'Robotic in action to preserve our lagoon ecosystem!' dell'Istituto statale di istruzione superiore Enrico Mattei di Latisana-Lignano Sabbiadoro e 'The ponds reflect the sky - The Karst ponds, witnesses of a community's history, safeguard for the biodiversity, keepers of rainwater' del Liceo classico e linguistico Petrarca di Trieste sono risultati rispettivamente il migliore del Friuli Venezia Giulia e il migliore tra quelli presentati dagli istituti triestini. Delle 70 proposte presentate complessivamente 8 sono state sviluppate da istituti del Friuli Venezia Giulia ovvero, oltre agli istituti vincitori: Isis 'D'Annunzio-Fabiani di Gorizia; Isis Buonarroti di Monfalcone; Isis Da Vinci Carli Sandrinelli di Trieste; Liceo scientifico Marinelli di Udine e Liceo Leopardi Majorana di Pordenone. 'Active Young Citizen for Sustainable Development in Cei and Aii areas' è un'iniziativa dedicata alle scuole medie superiori che rientra nel quadro delle finalità dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per migliorare la qualità della vita di tutti i popoli. Il progetto, ideato dalla Central european initiative e dalla Adriatic ionian initiative con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Regione, punta a stimolare il coinvolgimento dei giovani delle scuole di 19 Paesi del centro-est Europa attraverso l'elaborazione di proposte, idee e progetti per favorire lo sviluppo sostenibile nelle realtà locali. Un'iniziativa che la Regione ha supportato aumentando il montepremi del concorso di ulteriori 20mila euro destinati all'Istituto del Friuli Venezia Giulia che ha presentato il miglior progetto, mentre al Fondazione CRTrieste ha sostenuto il premio dedicato alle scuole del capoluogo regionale. L'assessore all'Istruzione, Alessia Rosolen, ha ringraziato "i dirigenti e gli insegnanti delle nostre scuole per il grande lavoro svolto in un anno non certo facile e gli studenti per aver saputo cogliere anche le opportunità che in quest'anno sono emerse. Tutti i progetti presentati dalle scuole della nostra regione non sono un volo di fantasia, ma tutti hanno basi concrete e cercano di dare risposte alle esigenze del territorio offrendo spunti importanti". Rosolen ha quindi rimarcato che "i giovani del Friuli Venezia Giulia possono essere testimoni della diplomazia culturale e scientifica perché vivono in una regione che da punti di vista dell'innovazione è all'avanguardia in Italia e in Europa e i contenuti di questi progetti fanno parte di quel senso di cultura più generale che ci permetteranno di essere migliori e di continuare a guardare al futuro". Il segretario generale della Cei, Roberto Antonione, ha espresso la propria gratitudine alla Regione per il supporto dato all'evento e sottolineato come questa scelta abbia inciso sulla forte adesione degli istituti del Friuli Venezia Giulia, dato che delle 10 proposte italiane 8 sono giunte dal nostro territorio. Alla premiazione hanno partecipato, oltre a Fedriga, Rosolen e Antonione, il prefetto di Trieste, Valerio Valenti, l'assessore ai giovani del Comune di Trieste Francesca De Santis, il presidente della Fondazione CRTrieste Tiziana Benussi e il condirettore de Il Piccolo Roberta Giani. ARC/MA/ep


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: Fedriga-Rosolen, dai giovani progetti concreti per territorio

TriestePrima è in caricamento