Scuola: Rosolen, Roma garantisca fondi e personale per la riapertura

Trieste, 8 lug - "Se il Governo continuerà a non fornire alcuna certezza alle Regioni sul riparto di risorse e di personale per il mondo della scuola, in Friuli Venezia Giulia sarà difficile garantire un ordinato percorso di riavvio dell'attività didattica".

A lanciare l'allarme è l'assessore regionale all'Istruzione e Università Alessia Rosolen, ricordando con chiarezza come "l'intesa sul Piano scuola 2020-2021 sia stata siglata dalle Regioni a condizione che il Governo fornisse in tempi brevi risorse e organico per le soluzioni organizzative e didattiche previste".

"In Friuli Venezia Giulia - ha spiegato Rosolen - sono necessari 900 docenti di sostegno in più, ulteriori 500 insegnanti per consentire lo sdoppiamento delle classi e scongiurare i sovraffollamenti, oltre ad almeno 300 unità di personale Ata, considerata l'esigenza di assicurare una sorveglianza adeguata negli istituti, in una fase delicata per l'emergenza epidemiologica come quella che stiamo vivendo in questi mesi".

"Di fronte a questa situazione già grave, si aggiunge un'ulteriore criticità - ha aggiunto - che riguarda i 300 docenti diplomati magistrali licenziati il 30 giugno scorso. Si tratta di insegnanti esclusi dalle graduatorie perché non in possesso di laurea, ai quali è stato proposto un contratto a tempo determinato con perdita della Naspi, un problema annoso e mai risolto, comune a tutto il territorio nazionale, che il Governo, proprio in considerazione della attuale condizione emergenziale, può risolvere solo con un intervento legislativo. Dobbiamo scongiurare l'ulteriore perdita di posti di lavoro e il rischio di interrompere la continuità didattico- educativa che questi insegnanti avevano avviato nelle loro classi".

"L'auspicio è che il ministro Azzolina e il Governo mantengano gli impegni presi con le Regioni - ha concluso Rosolen - e venga convocato al più presto un tavolo di confronto che sia una volta per tutte risolutivo e fornisca risposte concrete e non blande rassicurazioni rispetto alle esigenze della scuola e degli studenti". ARC/CCA/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

  • Ict: Callari, senza regole intelligenza artificiale genera ingiustizie

  • Covid: Riccardi, piano Asufc con ospedale e territorio per fase 2

  • Cultura: Gibelli, Festival giornalismo aperto a confronto opinioni

Torna su
TriestePrima è in caricamento