Domenica, 13 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Semplificazione: Callari, un referente unico in Conferenza servizi

Udine, 12 mag - L'individuazione di un rappresentante unico regionale all'interno della Conferenza dei servizi è una delle novità principali contenute nella legge regionale di semplificazione per l'anno 2021.

Lo ha riferito l'assessore regionale ai Servizi regionali e sistemi informativi, Sebastiano Callari, intervenendo oggi alla seduta della prima Commissione consiliare permanente per illustrare il testo del ddl 133 che apporta modifiche al procedimento amministrativo previsto nella LR 7/2000.

Come ha spiegato Callari in Aula, "con il rappresentante unico evitiamo che imprese e istituzioni coinvolte nei procedimenti di rilascio di autorizzazioni debbano interloquire con più referenti; in questo modo la posizione regionale viene espressa da un unico interlocutore".

Nel dettaglio la norma prevede quanto segue: "Ai fini della determinazione della posizione unitaria dell'Amministrazione regionale, la direzione centrale che svolge funzioni di coordinamento individua il rappresentante unico dell'Amministrazione regionale tra i responsabili dei procedimenti interessati o loro delegati, tenuto conto dell'interesse prevalente nell'ambito dei procedimenti coinvolti".

"La norma rende più chiari i poteri del rappresentante unico - ha specificato Callari - e al contempo assegna alla Giunta regionale la responsabilità di individuare la direzione centrale su cui concentrare il coordinamento".

In generale, il disegno di legge interviene sui titoli primo e quarto della LR 7/2000, abroga alcune disposizioni regionali e rende così direttamente applicabili le modifiche statali alla legge 241/90 che hanno reso il procedimento amministrativo più garantista nei confronti del cittadino. Callari ha poi rimarcato il metodo partecipativo con cui la Regione intende proseguire il percorso di semplificazione. "Tutti gli ulteriori interventi di snellimento burocratico che interessano direttamente le imprese - ha riferito l'assessore - saranno concertati con i rappresentanti delle categorie economiche, già coinvolti in un primo tavolo di lavoro riunito nelle scorse settimane".

Callari ha assicurato che "lo sforzo di semplificazione è tutt'altro che facile e con umiltà saremo nel prossimo anno aperti, come chiesto dai consiglieri regionali, ad accogliere anche i contributi dei professionisti del settore".

Nell'ambito della Commissione odierna è stato inoltre presentato un emendamento tecnico per l'abrogazione di alcune norme regionali che decadono per effetto della "concatenazione legislativa" conseguente all'impatto del ddl 133 sull'ordinamento regionale. Callari ha ricordato infine l'investimento di 6 milioni di euro con cui Insiel renderà interoperabili tutti i siti web istituzionali dei Comuni del Friuli Venezia Giulia; un'azione che l'assessore reputa necessaria al fine della semplificazione e del miglioramento dei servizi digitali al cittadino. ARC/SSA/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semplificazione: Callari, un referente unico in Conferenza servizi

TriestePrima è in caricamento