Servizi veterinari: con nuova sede di Azzano X servizi veterinari più efficienti

Udine, 28 gen - Razionalizzare e migliorare le attività che riguardano gli animali oltre che agevolare il lavoro dei veterinari.

E' questa, in sintesi, per il vicegovernatore e assessore alla Salute del Fvg, Riccardo Riccardi, la duplice valenza della nuova sede dei servizi veterinari del distretto del Sile, inaugurata oggi in via Belvedere 2 ad Azzano Decimo, alla presenza dell'assessore comunale Roberto Innocente, dei consiglieri regionali Ivo Moras e Tiziano Centis, oltre che dei vertici dell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale.

"La nuova struttura - ha dichiarato Riccardi - permetterà sia di razionalizzare e migliorare le attività che riguardano gli animali di affezione e quelle riservate agli altri animali sia di agevolare il lavoro dei veterinari che avranno a disposizione un ampio ambulatorio, disposto razionalmente e aggiornato nella strumentazione".

Riccardi, nel sottolineare l'importante lavoro svolto dai professionisti in termini di salute e sicurezza non solo degli animali ma anche delle persone, ha evidenziato l'accresciuta sensibilità da parte della popolazione sul mondo animale, tema che va riconosciuto e regolamentato.

Nella sede, come è stato evidenziato, verranno trasferite le attività che attualmente sono svolte a Prata di Pordenone e a Fiume Veneto.

L'impegno di spesa per la realizzazione della struttura, che occupa una superficie di circa 140 metri quadrati, è stato di 120 mila euro e ha previsto l'avvio dei lavori di adattamento funzionale del fabbricato, che in precedenza aveva ospitato il Sert, e dell'area esterna, per attivare il servizio veterinario e consentire un migliore accesso dell'utenza e degli animali.

La nuova sede è dotata di una sala d'attesa, di un ambulatorio, di una sala chirurgica di tre uffici e di due servizi igienici. Il piano interrato ospiterà il magazzino e l'archivio.

Nell'ambulatorio si effettueranno visite, vaccinazioni antirabbia per gli animali che devono espatriare insieme ai rispettivi proprietari con il rilascio del passaporto, l'inserimento del microchip di riconoscimento con il rilascio della documentazione per l'iscrizione alla Banca Dati Regionale dell'anagrafe canina. Il microchip viene inserito inoltre anche a gatti e furetti che debbano essere portati all'estero. La chippatura sarà effettuata anche ai gatti di proprietà dei cittadini di Pordenone dopo che l'amministrazione comunale ha messo a disposizione la somma di 10 mila euro per l'avvio in fase sperimentale della procedura stessa. Nella sala della chirurgia verranno eseguite le sterilizzazioni ai gatti di colonia.

Ad operare in via Belvedere 2 saranno due veterinari della sanità animale e un veterinario dell'igiene degli alimenti di origine animale, affiancati da un tecnico del dipartimento di prevenzione. I medici veterinari avranno anche l'opportunità di svolgere attività libero professionale.

Ai servizi veterinari nella sede di Azzano Decimo dovranno afferire tutti i proprietari di specie animali da produzione animale per la loro registrazione nei sistemi informativi ottemperando alle specifiche norme previste dalle banche dati nazionali e per il rilascio delle certificazioni necessarie per le movimentazioni degli animali. ARC/LP/com
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

  • Infrastrutture: Pizzimenti, 1,8 mln per banda larga nelle Pa

Torna su
TriestePrima è in caricamento