Sicurezza: Roberti, 2 mln euro per telecamere e ordine pubblico

Trieste, 15 luglio - Ai Comuni del Friuli Venezia Giulia è rivolto un finanziamento regionale complessivo di 2 milioni di euro per la sicurezza, in particolare per l'acquisto e la manutenzione di telecamere e per iniziative di prevenzione e contrasto a comportamenti che creano allarme sociale quali, ad esempio, vandalismo, bullismo e cyberbullismo.

Direttamente ai cittadini, invece, si rivolgono i contributi per l'installazione di impianti di sicurezza nelle abitazioni che, dopo il via libera del Consiglio delle autonomie locali (Cal), potranno essere erogati grazie all'approvazione del relativo regolamento.

Lo ha stabilito la Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, che, nell'ambito della prima delibera rivolta agli enti locali, ha suddiviso la cifra complessiva tra interventi strutturali (1,5 mln euro) e iniziative volte a tutelare l'ordine pubblico (500mila euro).

Quanto alla sicurezza in casa, con il via libera al regolamento i residenti in Friuli Venezia Giulia da almeno cinque anni in via continuativa potranno beneficiare di contributi per acquisto, installazione, ampliamento e attivazione di sistemi antifurto, antirapina, antintrusione e videosorveglianza.

"In questo modo - ha commentato Roberti - veniamo incontro a esigenze manifestate dal territorio che necessita di tutti gli strumenti adeguati per garantire la sicurezza della popolazione e la tutela del bene comune". ARC/FC/Red
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

Torna su
TriestePrima è in caricamento